Link


newsletter diario prevenzione

http://www.diario-prevenzione.it

28 marzo 2017 – vol.n° 128

notizie, documenti e link sui temi del governo
dell’ambiente
della salute e
della sicurezza nel lavoro e
sulla responsabilità sociale d’impresa

*****

UNA PRIMA TAPPA POSITIVA NELLA BATTAGLIA CONTRO I TUMORI PROFESSIONALI

Il 28 febbraio u.s. la Commissione Affari sociali del Parlamento europeo ha votato diversi emendamenti alla proposta del testo della Commissione europea per la revisione della Direttiva sulla protezione dei lavoratori contro gli agenti cancerogeni e mutageni.
Un emendamento molto importante concerne le sostanze tossiche per la riproduzione. Gli eurodeputati ritengono che queste sostanze devono entrare nel campo d’applicazione della direttiva. Attualmente milioni di lavoratori e lavoratrici sono esposti a queste sostanze in Europa . Esse possono ridurre la fertilità, procurare aborti spontanei, causare malformazioni congenite o di essere all’origine di gravi problemi di salute tra i bambini ( tumori infantili, disturbi dello sviluppo, ritardi intellettuali, ecc ).

Un altro emendamento essenziale riguarda il valore limite di esposizione professionale (VLEP) per la silice cristallina
che dovrebbe essere portato a 50 microgrammi per metro cubo in luogo dei 100 microgrammi proposti dalla Commissione e dalle lobbies industriali. Un periodo di transizione di 10 anni è tuttavia previsto per gli Stati che non vorranno applicare immediatamente questo valore limite (VLEP)
Il voto del 28 febbraio ha riguardato altre sostanze che rappresentano una minaccia per la salute di milioni di lavoratori.
Il Parlamento raccomanda di adottare un valore limite di 2 milligrammi per metro cubo per tutte le polveri di legno ( con un periodo di transizione di 5 anni ). Un valore limite di microgrammo per metro cubo è egualmente raccomandato per il cromo esavalente contro i 25 microgrammi proposti dalla Commissione e dall’industria.

Altri emendamenti hanno lo scopo di permettere a tutti i lavoratori che sono stati esposti a sostanze cancerogene di beneficiare di accertamenti sanitari per una diagnosi precoce.

Questo voto non è che una tappa verso l’adozione di una direttiva che permetterebbe di salvare migliaia di vite anno rispetto alle proposte minimaliste che sono state formulate dalla Commissione e che beneficiavano del sostegno delle lobbies industriali.

Bisogna sottolineare che la maggior parte degli emendamenti sono stati votati con una forte maggioranza, fino al 85% dei voti.

La sessione plenaria del Parlamento dovrà pronunciarsi su questi emendamenti nell’aprile 2017. Successivamente bisognerà trovare un consenso fra il Parlamento e il Consiglio dei ministri. Il fatto che il rapporto parlamentare sia stato votato con 38 voti favorevoli e 6 voti contrari indica che esiste un rapporto di forza in favore di un miglioramento sostanziale della proposta legislativa. E questo a dispetto d’una campagna intensa dell’industria a favore dell’approccio minimalista della Commissione.

Per saperne di più

1) Vogel L., Cancer au travail: chantier ouvert pour une meilleure législation, HesaMag 14, automne-hiver 2016 (pdf – 332,73 Ko)

http://www.etui.org/fr$/content/download/26371/248097/file/Hesamag14_FR-6-9.pdf

2) UE. Le proposte di aggiornamento della Direttiva UE in materia di sostanze cancerogene negli ambienti di lavoro peggiorano i rischi per la salute dei lavoratori.

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5240&Itemid=53

__________________________

EVENTI

Amianto e materiali rotabili
Un importante appuntamento a Bologna il 30 marzo 2017

Amianto e materiali rotabili.pdf)Amianto e materiali rotabili.pdf 35 Kb
https://www.snop.it/attachments/article/684/Amianto%20e%20materiali%20rotabili.pdf

Bologna 30 marzo 2017 amianto e materiali rotabili.pdf)Bologna 30 marzo 2017 amianto e materiali rotabili.pdf 2328 Kb

https://www.snop.it/attachments/article/684/Bologna%20%2030%20marzo%202017%20%20amianto%20e%20materiali%20rotabili.pdf

————————-

EVENTI

FIOM CGIL

Senza limiti Senza confini. Assemblea nazionale su salute e sicurezza
L’Assemblea nazionale Salute e Sicurezza di venerdì 31 marzo a Reggio Emilia, si terrà presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi, viale Ramazzini 72/a.

http://www.fiom-cgil.it/web/salute-e-sicurezza-rls/news/senza-limiti-senza-confini-assemblea-nazionale-su-salute-e-sicurezza

———————-

ROMA – Esportazione e importazione sostanze pericolose.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto legislativo del 10 febbraio 2017, n. 28 che riporta la Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (UE) n. 649/2012 sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose. Decreto in vigore dal 2 aprile e che abrogherà a partire da tale data il precedente provvedimento 27 ottobre 2011, n. 200.
Definizioni delle sostanze interessate (sostanza, miscela, pesticidi, industriale, con restrizioni, Pic, vietata), territori doganali, esportazione e riesportazione, importazione e autorità nazionali (Ministeri Salute, Ambiente e Sviluppo Economico) richiamano quanto indicato dagli articoli 3 e 4 del Regolamento del 2012

L’ARTICOLO SEGUE ALLA FONTE QUOTIDIANOSICUREZZA
http://www.quotidianosicurezza.it/normativa/leggi/esportazione-importazione-sostane-pericolose.htm

————————–

Valutazione dei rischi e caratteristiche soggettive
(età, genere ecc.)
Centro Cultura per la Prevenzione – V.le D’Annunzio 15 – Milano
Mercoledì 22 marzo 2017 – ore 09:00 – 13:00
LE RELAZIONI DEL CONVEGNO
http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5269&Itemid=2

————————-

Legambiente: maladepurazione costa 62,69 milioni di multa Ue

(Regioni.it 3127 – 22/03/2017) Un quarto della popolazione del nostro Paese non è servito bene da servizi di depurazione. Lo evidenzia uno studio di Legambiente. Si tratta del rapporto di “Nuova Ecologia”, la rivista di Legambiente.
Si indicano inoltre 104 agglomerati urbani coinvolti da provvedimenti di condanna della Corte di Giustizia europea. Il 63% delle infrazioni relative alla condanna del 2012 riguarda la Sicilia. Comunque sono molte le regioni interessate: Abruzzo, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Puglia, Sicilia, Lazio, Lombardia, Marche, Sardegna, Valle D’Aosta, Veneto e Piemonte.
Legambiente ricorda quindi le sanzioni dell’Unione Europea all’Italia per mancata depurazione: “Oltre alla sentenza di condanna del 2012, c’è quella del 2014, una terza procedura di infrazione europea ancora in corso per il mancato rispetto della direttiva 91/271 sulla depurazione degli scarichi civili. Ci sono poi 62,69 milioni di euro di multa comminata dalla Commissione Ue all’Italia e i 347mila euro per ogni ulteriore giorno di ritardo. Si arriverebbe così a pagare oltre 185 milioni di euro solo nel primo anno, oltre ovviamente al costo degli interventi”.
L’ARTICOLO SEGUE
http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5268&Itemid=2

—————————-

Sanità, i raggiri di Renzi per far fuori la salute pubblica

di Ivan Cavicchi

Quello che Renzi intende fare per la sanità del futuro si può leggere nel suo documento per le primarie (Avanti, insieme) e precisamente al punto 6: “Prendersi cura delle persone”. Vi avverto non è una lettura semplice perché ambigua, paludata, ingannevole cioè è altra cosa da quello che si dice “parlar toscano” pane al pane e vino al vino. Si definisce “raggiro” il ricorso a artifici retorici per raggiungere uno scopo e “raggiratore” chi imbroglia mettendo in atto raggiri. I raggiri di Renzi sulla sanità… ma di che si tratta?

A parte dichiarare che, a proposito di welfare, si tratta di continuare quello che il governo ha fatto fino ad ora quindi di “completare il suo disegno”, il che, se si pensa ai tagli lineari, al definanziamento, alla defiscalizzazione degli oneri per le mutue ecc fa venire i brividi. Completare il disegno significa far fuori la sanità pubblica.

A parte promettere piani decennali per la non autosufficienza e i disabili, per il personale, per la formazione dei quali non è chiaro il meccanismo di finanziamento soprattutto se in ragione della continuità dell’azione di governo dovesse sussistere il criterio del “costo zero”.

A parte queste cose, il nodo centrale, quasi la parola chiave, della mozione di Renzi, è “protezione”. Con questo termine ci viene proposto di superare il diritto alla salute previsto dall’art 32 sostituendolo con una idea di tutela, cioè di difesa dai rischi della malattia, di chiaro stampo mutualistico. Esattamente come 100 anni fa.
SEGUE SU FONTE
http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5267&Itemid=2

———————

La souffrance au travail progresse pour 90 % des Français
Anne-Marie Thomazeau

A l’occasion des Semaines d’information de la santé mentale, le groupe Mgen a réalisé, avec OpinionWay, une étude sur le vécu des actifs en France en matière de santé mentale au travail. Leur conclusion : alors que la souffrance leur apparaît comme une réalité de plus en plus forte, ils ne trouvent pas de réponses satisfaisantes auprès de leur hiérarchie, des ressources humaines ou de la médecine du travail.

leggi l’articolo
http://www.viva.presse.fr/la-souffrance-au-travail-progresse-pour-90-des-francais-172549

————————-

La nuova legislazione del lavoro : ruolo e funzione degli RLS nell’organizzazione del lavoro e nella valutazione dei rischi

Seminario AUSL Toscana Centro – Rete Regionale RLS , 01 dicembre 2016 Sesto Fiorentino

scarica le le relazioni presentate

http://www.asf.toscana.it/images/stories/prevenzione/newsletter/Seminario_RLS_01_dicembre-2016.zip

————————-

” Prodotti biologici : garanzia di assenza di pesticidi o trovata commerciale ?! “
Tesi di laurea del Corso Tecniche della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro

Prosegue l’attivita’ di pubblicazione delle tesi che , in accordo con la docente dell’Università di Firenze che svolge funzioni di tutor del corso , si sono contraddistinte per la loro qualità tecnico scientifica :

” Prodotti biologici : garanzia di assenza di pesticidi o trovata commerciale ?! ” di Arianna Ugolini

scarica la tesi dalla fonte
http://www.asf.toscana.it/images/stories/prevenzione/tesi_laurea_ugolini.zip

————————-

Ministero del lavoro, ricostituita la Commissione per i lavori sotto tensione

La Commissione per i lavori sotto tensione è stata ricostituita con Decreto direttoriale n. 12/2017 e resterà in carica per un triennio.

Con il Decreto direttoriale n. 12/2017, è stata ricostituita la Commissione per i lavori sotto tensione, per lo svolgimento delle attività di cui al paragrafo 2 dell’Allegato I al Decreto ministeriale 4 febbraio 2011 a firma del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro della salute.

La Commissione resterà in carica per un triennio, a decorrere dalla data del decreto, e i suoi componenti potranno essere nominati per non più di due mandati complessivi.

Fonte: Ministero del Lavoro

http://www.lavoro.gov.it/

————————–

Condividere i dati relativi alla salute per migliorare la governance dei sistemi sanitari.

Grazia Bertiglia, Dors – Elisa Valesio, Regione Piemonte

La “Raccomandazione sulla governance dei dati relativi alla salute” (Recommendation on Health Data Governance) é stata adottata dal Consiglio dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) (nota 1) il 13 dicembre 2016 ed è stata resa pubblica dopo la sua approvazione da parte dei Ministri competenti dei Paesi Membri, nell’incontro avvenuto a Parigi il 17 gennaio 2017.

La Raccomandazione sulla governance dei dati sulla salute, condivisa fra tutti i paesi membri dell’OCSE, rappresenta la base di consenso circa le condizioni entro cui i dati sanitari possono essere adeguatamente trattati sia entro i confini nazionali e sia in condivisione con studiosi e professionisti di altri Paesi, in modo da ridurre i rischi di danni o usi impropri e aumentare i benefici per i pazienti e per i sistemi sanitari.

L’articolo segue alla FONTE. DORS.IT
http://www.dors.it/page.php?idarticolo=2944

——————————-

Accidents, deaths and health problems at work: data sources of the costs for Europe

Each year, work-related accidents result in long periods of absence from work, and even death. Furthermore, a significant proportion of Europe’s working population suffers from one or more work-related health problems.

As a first step towards estimating the Europe-wide costs of work-related health problems, accidents and deaths, EU-OSHA has produced a new report evaluating the quality and comparability of the available data that can be used to determine those costs. Although the authors identified a lack of robust and reliable data in this area, they suggest methods that would allow a partial estimation of costs to be made.

Read the full report
https://osha.europa.eu/en/tools-and-publications/publications/estimating-cost-work-related-accidents-and-ill-health-analysis/view

Check out a summary of the report
https://osha.europa.eu/en/tools-and-publications/publications/executive-summary-estimating-cost-work-related-accidents-and-ill/view

Access to background data
https://oshwiki.eu/wiki/Accidents,_deaths_and_health_problems_at_work:_the_costs_for_Europe

———————–

Rischio chimico: quando nelle aziende viene sottostimato

Un manuale prodotto dall’ULSS di Treviso si sofferma sulla valutazione del rischio chimico. Focus sulla ricerca a tutti i costi di situazioni di rischio basso e irrilevante e su altre criticità nelle strategie di prevenzione dei rischi chimici.

fonte PUNTOSICURO.IT
https://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-rischio-C-5/rischio-chimico-C-33/rischio-chimico-quando-nelle-aziende-viene-sottostimato-AR-16451/

———————–

POLITICHE DELLA SALUTE
Trumpcare. Dalla propaganda alla realtà
Stefano Guicciardi

A distanza di soli due mesi dal suo insediamento l’amministrazione Trump ha dimostrato un notevole attivismo anche in campo sanitario. Quelli che sembravano discorsi spavaldi si stanno già trasformando in atti amministrativi e in proposte di legge che ridurranno nei prossimi anni i livelli di protezione per milioni di persone. Inoltre la riforma fiscale prevede la riduzione delle tasse dello 0,9% sui redditi individuali superiori ai 200.000 dollari e su quelli familiari superiori ai 250.000 dollari. Il 2% più ricco della popolazione sarà così beneficiato di un taglio di tasse di 275 miliardi di dollari, si tratta di un enorme trasferimento di ricchezza dalle fasce a reddito medio e basso ai più ricchi.

L’articolo segue alla fonte su saluteinternazionale

http://www.saluteinternazionale.info/2017/03/trumpcare-dalla-propaganda-alla-realta/

————————-

Newsletter medico legale Inca Cgil Numero 6/2017
Le malattie professionali delle lavoratrici nelle statistiche INAIL

In occasione dell’8 marzo l’INAIL ha presentato i dati relativi agli infortuni e alle malattie professionali delle lavoratrici.
Per quanto concerne gli infortuni riprendiamo i soli dati relativi agli infortuni in itinere in quanto confermano un dato che è emerso nelle indagini che abbiamo condotto in diversi settori lavorativi e cioè che vi è un rapporto fra questa tipologia di infortuni e sia l’organizzazione del lavoro sia la conciliazione fra lavoro di cura e lavoro retribuito.
Secondo l’Istat, nel 2015 le donne rappresentavano il 52% della popolazione italiana con più di 15 anni, ma solo il 42% del totale degli occupati. Dopo la diminuzione del numero delle lavoratrici registrato nel 2013 (-1% rispetto al 2012), nel 2015 è proseguito il trend in lieve aumento già rilevato nel 2014 (+0,6%), con un incremento dello 0,5% su una popolazione di lavoratrici quantificato in circa 9,4 milioni. Il tasso di occupazione femminile rilevato dall’Istituto nazionale di statistica per il 2016 (media dei primi tre trimestri) è pari al 48%, in lieve aumento rispetto all’anno precedente ma distanziato di
quasi 20 punti percentuali dal 66,4% registrato tra gli uomini.

—> leggi tutta la NEWSLETTER
http://www.diario-prevenzione.it/newsletter/news_inca_6_2017.pdf

——————–

AFLATOSSINE: Un rischio sottovalutato negli ambienti di lavoro Mentre le procedure per il controllo delle aflatossine negli Alimenti sono piuttosto consolidate (vedi Documento) non vi è ancora piena consapevolezza del rischio di esposizione negli ambienti di lavoro.

In controtendenza da alcuni anni della Regione Emilia Romagna che nasce dalla collaborazione tra le ASL di Reggio Emilia, Piacenza, Ravenna, Bologna … ed è stata oggetto di un importante Seminario a dicembre in collaborazione con il Sindacato -.

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5251&Itemid=2

———————–

PdE

Rivista di psicologia applicata all’emergenza, alla sicurezza e all’ambiente

ISSN 2531-4154

PdE numero 44

Indice

Stadi: riflessione sul ruolo degli steward in emergenza

Cosa mi metto questa mattina?

Gestione dell’emergenza rapina

Azioni e Reazioni nell’emergenza

In questo numero:

Stadi: riflessioni sul ruolo degli steward in emergenza

Cosa mi metto questa mattina?

LA RIVISTA
http://www.diario-prevenzione.it/riviste/PdEn44.pdf

——————

L’ONDA LUNGA DEL MODELLO OPERAIO ITALIANO PER LA CONOSCENZA E LA LOTTA PER LA SALUTE E SICUREZZA NEL LAVORO

La rivista accademica in lingua spagnola e portoghese importante nell’ambito degli studi su lavoro, salute, psicologia del lavoro, ergonomia, che si chiama LABOREAL ha pubblicato una ricerca di Patrizio Tonelli su alcune esperienze cilene realizzate durante gli anni ’90 ispirate al modello operaio italiano.
Investigación Empírica. Para el estudio de la difusión del Modelo Obrero. Tres historias desde Chile Patrizio Tonelli

http://laboreal.up.pt/files/articles/18_32_3.pdf

Nello stesso numero di LABOREAL un articolo di Laurent Vogel
Arqueología Del Conocimiento.La actualidad del modelo obrero italiano para la lucha a favor de la salud en el trabajo
Laurent Vogel
http://laboreal.up.pt/files/articles/10_17_1.pdf

LA RIVISTA LABOREAL
http://laboreal.up.pt/es/home/?UDSID=%A7%A7%A7%A70017030901343300173851991%A7%A7%A7%A7

——–
UTILITY
——–

La raccolta delle newsletter di diario prevenzione è disponibile sul sito

https://dprevenzione.wordpress.com

——————————

Se desideri segnalare a un/a collega questa newsletter, la modalità per iscriversi alla mailing list è la seguente: il tuo/a collega può inviare dalla sua mail una email vuota al seguente indirizzo
notizie-subscribe@diario-prevenzione.it
il programma che gestisce la mailing list invierà in automatico una mail di verifica con richiesta di conferma

La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa ogni 20 giorni contenente le principali novità pubblicate sui maggiori siti e media che trattano la prevenzione dei rischi sul lavoro e negli ambienti di vita. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.

———————————–

PODCAST AUDIO NEWS
DIARIO PREVENZIONE

http://bit.ly/1p34Qcm
————————————

SEGUI DIARIOPREVENZIONE
SU TWITTER

———————————-

VISITA IL BLOG ONDE CORTE

fatti & idee nell’epoca della
post democrazia

http://www.lab-lps.org/post/

———————————-

Cordiali saluti a tutt.*, grazie per l’attenzione
arrivederci alla prossima newsletter

Gino Rubini, editor di http://www.diarioprevenzione.it

°°°°°°

Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie

°°°°°°