Più di 300 lavoratori bruciati e soffocati a morte – un appello per ottenere giustizia


 

 

 

 

L’orrore di tutto questo è quasi inimmaginabile.

Più di 300 lavoratori bruciati e soffocati a morte nei loro luoghi di lavoro, una fabbrica di abbigliamento e una fabbrica di scarpe.

Alcuni sono morti mentre tentavano di saltare dalle finestre per salvarsi.

Non c’erano uscite di emergenza, né vie di fuga.

Non nell’Inghilterra vittoriana nel 19° secolo. Non a New York un secolo fa.

Ma questa settimana, nel secondo decennio del ventunesimo secolo.

Sono morti a Karachi e Lahore, mentre fabbricavano gli indumenti e le scarpe che forse indossi in questo momento.

Onoriamo la memoria di quelle vite stroncate prematuramente chiedendo giustizia –

un’indagine imparziale su quanto accaduto – e sanzioni per i colpevoli;

risarcimento per le famiglie delle vittime e dei feriti;

e un’indagine sulle mancanze delle autorità pubbliche che avrebbero dovuto garantire la sicurezza dei lavoratori.

I sindacati in Pakistan chiedono a tutti noi di dedicare un minuto per inviare i nostri messaggi di protesta al Primo Ministro.

Fai clic qui per farlo adess:  http://www.labourstartcampaigns.net/show_campaign.cgi?c=1584

Grazie.

Eric Lee