::: newsletter diario prevenzione – 12 maggio 2019 – vol. n° 153 :::


newsletter diario prevenzione  
 
12 maggio 2019 vol.n° 153
 
notizie, documenti e link sui temi del governo
dell’ambiente, della salute della sicurezza
nel lavoro e sulla responsabilità sociale
d’impresa
 
 
 
—————————————
Notizie Salute
Sicurezza
Lavoro Ambiente
Aprile – Maggio 2019
————————————
 
Convegni
La nuova Direttiva cancerogeni 2019/13
 
Milano, 6 giugno 2019 – ore 9.00-13.00
Acquario Civico – Viale Gadio 2 
 
 
————————————
 
“Giornata di studi “Sicurezza e crisi del lavoro: rinuncia o opportunità?” – Trieste venerdì 7 giugno 2019” 
 
Venerdì 7 giugno 2019, presso l’Aula Ambrosino, Edificio centrale A, pianoterra, ala sinistra, Campus di piazzale Europa 1, a Trieste, avrà luogo la Giornata di studi “SICUREZZA E CRISI DEL LAVORO: RINUNCIA O OPPORTUNITÀ?”
 
PROGRAMMA LAVORI 
 
 
———————————————
 
STOP ALLE AGGRESSIONI AL PERSONALE SANITARIO.
Una brochure per la prevenzione  prodotta da Funzione Pubblica Cgil nazionale.
 
La Premessa
 
La violenza nei luoghi di lavoro è ormai riconosciuta sin dal 2002 come un importante problema di salute pubblica nel mondo (World Health Organization, 2002).
Il National Institute of Occupational Safety and Health (NIOSH) definisce la violenza nel posto di lavoro come “ogni aggressione fisica,comportamento minaccioso o abuso verbale che si verifica nel posto di lavoro”. Gli atti di violenza consistono nella maggior parte dei casi in eventi con esito non mortale, ossia aggressione o tentativo diaggressione, fisica o verbale, quale quella realizzata con uso di unlinguaggio offensivo.
Ogni anno in Italia si contano 1200 atti di aggressione ai danni dei lavoratori della sanità, che è come dire che il 30% dei 4mila casi totali di violenza registrati nei luoghi di lavoro riguarda medici infermieri ostetriche, farmacisti… insomma coloro che curano o si prendono cura dei cittadini. E nel 70% dei casi le vittime delle aggressioni sono donne.
La classifica dei luoghi maggiormente colpiti dalla violenza nel 2017: al primo posto troviamo i Pronto soccorso con 456 aggressioni, seguono i reparti di degenza con 400, gli ambulatori con 320, gli Spdc con 72 atti di violenza, le terapie intensive con 62, le aggressioni al 118 sono state 41, 37 invece quelle nell’ambito dell’assistenza domiciliare, 20 nelle case di riposo e, infine, 11 nei penitenziari. >>> segue
 
LEGGI LA BROCHURE ( 16 pagine . pdf )
 
 
——————————————
 
Rapid Alert System – Weekly Report Report 19 ( Published on: 10/05/2019) – Segnalazione Prodotti Pericolosi
Il sito predisposto dalla Commissione Europea per la segnalazione di prodotti pericolosi questa settimana riporta la segnalazione di numerosi giocattoli in ragione o del rilascio di sostanze chimiche pericolose o per il rischio che parti di essi possano essere inghiottite dai bambini più piccoli.
Altri prodotti di uso comune vengono segnalati come asciugacapelli, ecc.
 
 
Rapid Alert System – Weekly Report
Report 19 ( Published on: 10/05/2019)
 
 
————————————
 
Caldo e lavoratori  un tema sempre più attuale
 
 
—————————————
 
Lavoro e Salute Mentale di Paolo Vineis
 
Contrariamente all’Italia, gli Stati Uniti sfiorano la piena occupazione. Il marketing politico degli ultimi anni ha battuto incessantemente sulla prodigiosa ripresa economica del Paese. Ma a che prezzo? Le dismissioni industriali dell’ultimo decennio hanno trasfigurato città come Detroit, da Motor City a Ghost Town e ora a Fun Town e Science Town. Il lavoro è diventato flessibile, precario. A seconda che lo si qualifichi con il primo o il secondo termine prevalgono gli aspetti positivi o negativi, i quali probabilmente coesistono. In tutto il mondo non si fa che ripetere che l’automazione sta liberando il lavoro da una pesante eredità di fatiche, lavori fisici e mentali stereotipati, ma almeno per ora sta anche cancellando milioni di posti di lavoro. Alle casse automatiche di Ikea basta ora un lavoratore ogni 4-6 casse, per aiutare i clienti in difficoltà. Quindi via i cassieri, lavoro in via di estinzione, seguito a ruota – seconda la previsione di un rapporto sull’automazione dell’Università di Oxford – da addetti ai call center, sarti, bancari e assicuratori. Non tutti concordano con le previsioni degli autori del rapporto, secondo i quali entro 20 anni sarà a rischio il 47% dei posti di lavoro, sostituibili da macchine. >>> segue su 
 
 
 
———————————
 
Tristi Cronache Ricorrenti
 
 
Maranello (Modena), 8 maggio 2019 – Tragico infortunio sul lavoro alla Cisa-Cerdisa di via Trebbo 109, a Maranello. Probabilmente per una caduta dall’alto un operaio di 46 anni ha perso la vita. Sul posto subito l’ambulanza ma non c’è stato nulla da fare. La vittima sarebbe dipendente di una ditta esterna. Sul posto i carabinieri. ( Fonte Ilrestodelcarlino)
 
 
********
 
Incidenti sul lavoro: operaio muore a Scordia schiacciato da profilato in ferro
 
********
 
Incidenti sul lavoro, aumentano i morti. Picco di infortuni nelle città del Sud. Malattie cancerogene: in testa c’è Taranto
 
 
 
—————————————
 
E’disponibile online il periodico Lavoro & Salute , n°3 maggio 2019.
 
—————————————
 
La sofferenza sul lavoro: il processo di France Telecom
 
Il CEO e sei dirigenti di France Telecom, sul banco degli imputati, rispondono delle circostanze nelle quali si sono verificati  decine  di suicidi di dipendenti tra il 2007 e il 2009.
 
L’ARTICOLO ALLA FONTE VIVAMAGAZINE
 
 
——————————————
 
Fondazione Europea Dublino : Condizioni di lavoro in una prospettiva globale
 
La qualità del lavoro è un obiettivo principale dei responsabili delle politiche di tutto il mondo. Per i lavoratori, le imprese che li impiegano e per le società, vi sono benefici associati a lavori di alta qualità e costi associati a lavori di scarsa qualità. Questo rapporto – frutto di un progetto pionieristico dell’Organizzazione internazionale del lavoro e di Eurofound – fornisce un’analisi comparativa della qualità del lavoro che copre circa 1,2 miliardi di lavoratori in Europa, Asia e nelle Americhe. Analizza sette dimensioni della qualità del lavoro: l’ambiente fisico, l’intensità del lavoro, la qualità dell’orario di lavoro, l’ambiente sociale, le competenze e lo sviluppo, le prospettive e i guadagni, trovando differenze e somiglianze importanti tra i paesi. Analizzando gli aspetti positivi e negativi della qualità del lavoro in diversi paesi e società,
 
autori: Aleksynska, Mariya Berg, Janine Foden, David Johnston, Hannah Parent-Thirion, Agnès Vanderleyden, Julie
Numero di pagine: 196
 
 
—————————————
 
Immigrati, salute e assistenza
 
Pubblicato report nazionale su sistema di indicatori per il monitoraggio condiviso con Regioni e Province autonome
 
 
———————————
 
Premio ETERNOT: Nella Giornata mondiale delle vittime dell’Amianto nove premiati, fra loro AFeVA Emilia Romagna nella persona del Presidente Andrea Caselli
 
 
———————————
 
Newsletter Medico Legale – Inca Cgil – numero 8 – 2019 – I rischi lavorativi nella saldatura (1)
 
 
—————————
 
E Book su rischio chimico e cancerogeno della C.I.I.P
Link al download dell’EBook
 
 
——————————
Condizioni di lavoro
Lo sciopero nel XX secolo non scompare, si trasforma ….
 
——————————
 
Francia. Riconosciuto il danno da paura a tutti i lavoratori dell’amianto
 
Dalla Francia giunge notizia di una storica vittoria giudiziaria delle vittime dell’amianto. In una sentenza dello scorso 5 aprile la Corte di cassazione ha infatti stabilito che tutti i lavoratori (non malati) che hanno subito un’esposizione possono domandare un indennizzo al datore di lavoro per il cosiddetto “danno da ansietà”. Un danno derivante dalla condizione di inquietudine permanente per il rischio della possibile comparsa in qualsiasi momento di una patologia legata all’amianto, che può manifestarsi anche a decenni di distanza. segue su 
 
 
—————————
 
RICERCA SCIENTIFICA MESOTELIOMA 
 
Casale Monferrato: Il Progetto mesotelioma – avvio e prospettive. I video e la documentazione del convegno del 23 marzo 2019
 
 
—————————
 
A proposito dell’amianto e del Position Paper SIML sull’amianto
 
 
—————————
 
Altro che “gretini”, si affronti la questione giovanile
 
 
——————————
 
REFOCUS THE EUROPEAN UNION:  PLANET, LIFETIME, TECHNOLOGY
 
 
Riteniamo utile e importante in un’epoca in cui il confronto delle proposte tra forze di pensiero diverse pare soccombere rispetto ai discorsi di incitamento all’odio, alla produzione di false notizie tese a seminare paure e ad individuare “capri espiatori”.
 
La libertà di parola e la libertà di espressione sono una parte fondamentale della nostra democrazia.Tuttavia, non devono essere usate per produrre danni agli altri.
 
Non è accettabile dare la colpa a razze diverse, gruppi etnici o religiosi, lavoratori migranti o rifugiati per i problemi del nostro paese.
Purtroppo  questa campagna elettorale per le elezioni europee rischia di caratterizzarsi per la virulenza degli slogan, con la ricerca facile di consensi con slogan razzisti, con assalti a persone indifese appartenenti a minoranze etniche. La propaganda di un ministro a tempo perso produce un grottesco decreto sicurezza bis che prevede sanzioni per chi opera salvataggi di naufraghi in mare, un vero e proprio dispositivo teso alla istigazione alla omissione di soccorso.
La formazione del Parlamento Europeo e il ricambio nelle istituzioni europee che ne conseguirà devono avere come obbiettivo la costruzione di una vision e di una strategia per affrontare i grandi temi che costituiranno le sfide dei prossimi anni.
Per questo motivo segnaleremo nei prossimi giorni documenti rilevanti utili alla riflessione per scegliere bene.
 
Il primo documento che segnaliamo:
 
REFOCUS THE EUROPEAN UNION:  PLANET, LIFETIME, TECHNOLOGY
 
A report by the European Reformists, edited by Heather Grabbe and Tomáš Valášek
 
 
——————————————
 
Il TUC (il sindacato dei lavoratori britannici) , i gruppi di comunità e gli enti di beneficenza chiedono ai politici di opporsi all’incitamento all’odio durante le elezioni europee
 
 
———————————————
 
L’associazione brasiliana degli esposti all’amianto
 
 
Pubblichiamo questo Report della Presidente della Segreteria Internazionale per la messa al bando dell’amianto Laurie Kazan-Allen che rappresenta la situazione brasiliana .
 
 
—————————————
 
La FARN pubblica un rapporto sull’impatto dell’estrazione del litio sui diritti umani in Argentina.
 
FARN esprime preoccupazione per la mancanza di azione del governo sull’attuale e potenziale impatto sui diritti umani per quanto riguarda i progetti di estrazione del litio  a  Olaroz-Cauchari. Le comunità locali e la sostenibilità sociale e ambientale di queste attività minerarie non sono state  prese in considerazione dal governo provinciale, come evidenziato dalla mancanza di informazioni sui rischi di questa attività.
Scarica il rapporto completo:  Estrazione del litio in Argentina: un caso di studio sugli impatti sociali e ambientali.pdf
 
 
 
————–
 
INFO UTILI
————–
 
Se desideri segnalare a un/a collega questa newsletter, la modalità per iscriversi alla mailing list è la seguente: il tuo/a collega può inviare dalla sua mail una email vuota al seguente indirizzo:  notizie-subscribe@diarioprevenzione.it
il programma che gestisce la mailing list invierà in automatico una mail di verifica con richiesta di conferma
 
La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa mensile contenente le principali novità pubblicate sui maggiori siti e media che trattano la prevenzione dei rischi sul lavoro e negli ambienti di vita. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.
 
———————————–
 
SEGUI DIARIOPREVENZIONE
SU TWITTER
 
 
———————————-
 
 
Cordiali saluti a tutt.*, grazie per l’attenzione… alla prossima newsletter
 
Gino Rubini, editor di www.diarioprevenzione.it
 
°°°°°°
 
Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie
 
***
 
:::::::::::::::::::

Autore: dprev12

editor italian site www.diario-prevenzione.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...