newsletter diario prevenzione 11 gennaio 2018 vol.n° 135



notizie, documenti e link sui temi del governo
dell’ambiente, della salute della sicurezza
nel lavoro e sulla responsabilità sociale
d’impresa

§§§

2018: un anno contro la rassegnazione

Cominciamo il nuovo anno con molte notizie sullo stato dell’arte  per quanto attiene la salute pubblica, le diseguaglianze crescenti a livello economico sociale e culturale in Italia e in Europa. Questo sguardo sul mondo deve essere di stimolo a non adattarci al peggioramento continuo delle condizioni di vita della maggioranza delle persone che vivono del proprio lavoro presente o passato.

Apriamo il primo numero della newsletter con un articolo importante del sociologo Jean Olivier Mallet :” “Crisi”, “ripresa” e salute: elementi retrospettivi ” . Da questo articolo emerge il fatto che pochissimi sono gli studi sugli effetti negativi  che la crisi ha indotto sul patrimonio di salute pubblica nei diversi paesi europei. Ciò che è certo è il fatto che una moltitudine di persone non si curano più perchè non hanno abbastanza soldi per farlo. Un solo esemmpio: molte persone in difficoltà economiche  rinunciano alle cure odontoiatriche, gli effetti negativi sulla salute dell’apparato digerente si vedranno nel tempo…

La gestione dei rischi per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro in numerosi casi è divenuta un optional di lusso rinviato a tempi migliori. La “ripresina” ha già fatto lievitare l’ago che indica il numero degli infortuni con conseguenze gravi e mortali. Queste sono le ragioni per cui non bisognare lasciare la presa come lavoratori e lavoratrici, come cittadine/i, come RLS, come operatori della prevenzione. E’  in gioco il patrimonio di salute della maggioranza dei cittadini che vivono del proprio  lavoro, bisogna farsi rispettare e impedire che molti, tanti, troppi vengano trattati da chi ha potere come “eccedenze” e “vuoti a perdere” . Editor

—————————
Notizie Salute
Sicurezza
Lavoro Ambiente
Gennaio 2018

—————————

Gentili lettori e lettrici potete scaricare un utile Dossier  sulle diseguaglianze sociali, economiche e culturali in Europa .

“……Social Europe teamed up again with the Europe Office of the Friedrich-Ebert-Stiftung and the Institute of Economic and Social Research of the Hans Böckler Stiftung in a project investigating various aspects of the inequality issue with a specific perspective on the European dimension of inequality. Over the course of several months we collected fifteen contributions by globally leading experts to help getting a grip on what inequality means today. These contributions form the three parts of this dossier starting with a general section on understanding inequality and related issues such as globalisation, migration and populism followed by chapters on inequality in Europe and a final part investigating the inequality dimension in specific policy areas.
Inequality will be an important public policy issue for years to come and we hope this dossier will promote understanding of some of the underlying issues and inform the development of effective policy solutions.”

PLEASE CLICK HERE OR THE COVER ABOVE TO DOWNLOAD THE PUBLICATION FOR FREE
​​​​​​​
http://clicks.aweber.com/y/ct/?l=EtlOk&m=3ZiHl9jHkwe3Fj_&b=2nvzyDUWvilVnIgxCnx5Yg

se il link non dovesse funzionare clicca

http://www.diario-prevenzione.it/?p=442#more-442

—————————————————

“Crisi”, “ripresa” e salute: elementi retrospettivi di Jean Olivier Mallet

Con questo articolo di Jean Olivier Mallet si apre su Diario Prevenzione una riflessione sugli effetti che la crisi economica ha prodotto sul patrimonio di salute della popolazione italiana ed europea. Invitiamo a commentare questo articolo e/o ad inviare alla redazione contributi ed articoli.

http://www.diario-prevenzione.it/?p=439

—————————————————–

PROCESSI D’AMIANTO – Odissea Infinita: i VIDEO e le Slide del Convegno di Reggio Emilia 1/12/2017

Bologna, 9 gennaio 2018

Pubblichiamo i video della giornata del 1° dicembre 2017 sul Convegno dal titolo “Processi d’amianto: Odissea infinita” tenutosi presso la Camera del Lavoro di Reggio Emilia e organizzato da: CGIL Nazionale, CGIL Emilia Romagna, Camera del lavoro di Reggio Emilia, AFeVA Emilia Romagna.

http://www.diario-prevenzione.it/?p=437

——————————————————

I piloti di aereo inglesi accolgono con molto favore le buone notizie sulle restrizione del governo rispetto alla importazione di laser dal governo britannico.

I laser puntati da terra sui velivoli sono stati un problema costante per molti anni e la British Airline Pilots ‘Association (BALPA), così come altri nel settore dei trasporti, hanno promosso da tempo campagne per un maggiore controllo sulle vendite, oltre a sanzioni più severe per i trasgressori.

http://www.diario-prevenzione.it/?p=433

——————————————————

State-of-the-art report on reproductive toxicants: Summary available in various language

Reprotoxicants can affect both women’s and men’s reproductive health. They can also affect foetal and human development and effects include miscarriages, malformations and functional deficits.
A summary that presents the current knowledge on workplace risks to reproduction is now available in 12 languages.

Find it here
https://osha.europa.eu/en/tools-and-publications/publications/summary-state-art-report-reproductive-toxicants/view

———————————————————

Rapid Alert System è il sistema UE per tutti i prodotti di consumo pericolosi, ad eccezione di alimenti, prodotti farmaceutici e dispositivi medici.

https://ec.europa.eu/consumers/consumers_safety/safety_products/rapex/alerts/?event=main.weeklyOverview&web_report_id=2692

———————————————————–

Linee guida per la valutazione della pericolosità naturale legata a ghiacciai e permafrost in aree montane

Pubblicate le linee guida per la valutazione della pericolosità naturale legata a ghiacciai e permafrost in aree montane (Assessment of glacier and permafrost hazards in mountain regions: technical guidance document). Il documento, in lingua inglese, è frutto di un’intensa attività di confronto all’interno del gruppo scientifico Gaphaz (Glacier and permafrost hazards in mountains) dell’International association of cryospheric sciences (Iacs) e dell’International permafrost association (Ipa).

Il documento rappresenta una pietra miliare nelle attività del gruppo di lavoro Gaphaz, istituito allo scopo di migliorare lo scambio di informazioni sui pericoli naturali legati a ghiacciai e permafrost, all’interno della comunità scientifica internazionale e tra questa e gli enti di gestione del territorio. Queste linee si propongono come una risorsa per agenzie internazionali e nazionali, autorità governative e società private.
http://www.diario-prevenzione.it/?p=423
https://www.cnr.it/it/news/7852

—————————————————-

Assassinio di delfini, sacchi e sacchetti e addetti alle casse… una polemica bizzarra poiché il problema è di organizzazione del lavoro.

http://www.diario-prevenzione.it/?p=421

——————————————————

Primo Annuncio: Meeting Nazionale SIPS 2018

FONTE ASL FROSINONE

VI Meeting Nazionale SIPS – Primo annuncio – Milano 2018

Rigenerare territori, contesti, professioni.
Persone, organizzazioni, istituzioni, reti
per la promozione della salute

VI Meeting Nazionale
Società Italiana per la Promozione della Salute

Milano 1-2 Ottobre 2018
(sede da definire)

La promozione della salute è il processo che consente alle persone di esercitare un maggiore controllo sulla propria salute e di migliorarla. (Ottawa Charter for Health Promotion. WHO, Geneva, 1986)

http://www.diario-prevenzione.it/?p=415

————————————————–

Se la città è sporca, il sindaco può rispondere del delitto di omessa bonifica?


FONTE LEXAMBIENTE

di Gianfranco AMENDOLA

Tra i nuovi delitti introdotti dalla legge n. 68/2015 merita, a nostro avviso, una attenzione particolare quello previsto dall’art. 452-terdecies c.p (omessa bonifica), a norma del quale “ salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque, essendovi obbligato per legge, per ordine del giudice ovvero di un’autorità pubblica, non provvede alla bonifica, al ripristino o al recupero dello stato dei luoghi è punito con la pena della reclusione da uno a quattro anni e con la multa da euro 20.000 a euro 80.000 “.

Ed infatti, avevamo da subito segnalato, che trattasi di norma di chiusura la quale si applica a tutte le ipotesi in cui sia comunque configurabile una inottemperanza ad un obbligo di bonifica, ripristino o recupero dello stato dei luoghi derivante dalla legge, da un ordine del giudice o da un ordine di un’autorità pubblica; con il solo limite connesso con la coesistenza di altro reato più grave 1.

L’ARTICOLO PROSEGUE ALLA FONTE SU LEXAMBIENTE

http://lexambiente.it/materie/ecodelitti/837-dottrina/13427-ecodelitti-se-la-città-è-sporca%2C-il-sindaco-può-rispondere-del-delitto-di-omessa-bonifica.html

—————————————————–

Nanomateriali, anche il contributo dell’Inail nelle linee guida dell’Oms per la protezione dei lavoratori

FONTE INAIL.IT

Il Dipartimento di medicina epidemiologia e igiene del lavoro e ambientale dell’Inail,  attivo da anni sulla tematica dei rischi emergenti, ha partecipato alla stesura della pubblicazione dell’Organizzazione mondiale della sanità con una revisione sistematica della letteratura, inclusa nel documento finale e pubblicata come articolo scientifico sull’International Journal of Hygiene and Environmental Health

http://www.who.int/occupational_health/publications/manufactured-nanomaterials/en/

———————————————————

Eurostat: il 16% degli italiani non ha i soldi per scaldare adeguatamente la propria abitazione, quasi il doppio della media UE. Salute a rischio per anziani, neonati, malati cronici e disabili

Vivere in una casa fredda oltre che essere disagevole mette anche a rischio la salute. E per gli italiani la situazione sembra peggiorata: nel 2006 in difficoltà a riscaldare la casa era infatti “solo” il 10,4% della popolazione. In Europa dati molto diversi da un Paese all’altro con una media dell’8,7% in progressivo miglioramento dopo il picco negativo nel 2011 con l’11%. La situazione più grave in Bulgaria (39%), seguita da Lituania e Grecia (29%). In Lussemburgo e Finlandia problema quasi inesistente.

L’articolo prosegue alla fonte  Quotidiano Sanità

http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=57594

_____________________________________________________

“Amianto: altre neoplasie oltre al mesotelioma” Convegno a Bologna 22/01/2018

CONVEGNO SCIENTIFICO A BOLOGNA IL 22 GENNAIO 2018
CAPPELLA FARNESE COMUNE DI BOLOGNA

Un importante convegno dal quale ci attendiamo molto.

Nei processi per amianto assistiamo alla grande difficoltà di vedere il “nesso causale” che lega la malattia (e spesso purtroppo la morte) alle condizioni di lavoro dove l’amianto veniva utilizzato senza nemmeno le precauzioni previste dalle leggi. Se la difficoltà riguarda il Mesotelioma Pleurico e il Mesotelioma Peritoneale dove è scientificamente dimostrato che la causa unica scatenante è la respirazione delle fibre di amianto, più difficile è la dimostrazione quando si tratta di carcinoma polmonare che può essere imputato a varie cause “fra cui” l’amianto. Eppure è assolutamente dimostrato che fra i lavoratori che hanno operato con l’amianto il tumore al polmone è direttamente correlato all’amianto.

Ancora più difficile nel caso di tumori con diversi organi bersaglio, fra questi il “colangiocarcinoma” (tumore dei dotti biliari del fegato). Questo tema, il nesso causale fra insorgenza del colangiocarcinoma ed esposizione ad amianto, sarà al centro della comunicazione di Giovanni Brandi   “genoma del colangiocarcinoma e potenziale firma da amianto”.

Questo Convegno non può che destare un grande interesse per le associazioni delle vittime dell’amianto, dei medici, dei patronati sindacali, ma anche di chi ha la responsabilità di assumere decisioni politiche, a questo proposito sarà interessante assistere al dibattito del pomeriggio, riservato alla politica, vedremo se saprà onorare il proprio ruolo, con rigore e competenza o se viceversa sarà solo l’occasione di una passerella pre-elettorale.
Scarica il programma completo (.pdf)

https://afevaemiliaromagna.files.wordpress.com/2018/01/rev07-web-no-pat-22-gennaio-2018-bologna.pdf

——————————————————–

Nocca (Nordic Occupational Cancer), l’outil nordique pour mieux prévenir les cancers

Riproduciamo dal sito  della CIIP questa importante  segnalazione sullo strumento di lavoro NOCCA, utile per una migliore prevenzione dei tumori di origine professionale
|
“Riceviamo da Laurent Vogel questo interessante articolo che illustra i risultati di un progetto che incrociando i dati di patologie tumorali con quelli relativi alla professione ha permesso di evidenziare una maggior incidenza in alcuni settori lavorativi, con associazioni in parte inedite.

Il progetto ha coinvolto 5 paesi del nord Europa e ha analizzato 2,8 milioni di casi di cancro.

Il progetto ha molte similitudini con il nostro OCCAM utilizzato da diversi Servizi territoriali ma non esteso, tanto meno a livello nazionale, e che comunque è legge all’articolo 244 del DLGs81/2008″

Allegati:
Scarica questo file (Vogel-International101.pdf)Articolo di Laurent Vogel    [ETUI]

https://www.ciip-consulta.it/attachments/article/715/Vogel-International101.pdf

————————————————————-

Distributori di benzina e i sistemi di recupero vapori, in G.U. il Decreto finalizzato alla prevenzione degli incendi
Il Decreto 27 dicembre 2017 del Ministero dell’interno è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 4 del 05/01/2018. Requisiti dei distributori degli impianti di benzina, attrezzati con sistemi di recupero vapori.

http://www.amblav.it/news/distributori+di+benzina+e+i+sistemi+di+recupero+vapori,+in+g.u.+il+decreto+finalizzato+alla+prevenzione+degli+incendi_15337.aspx

———————————————————–

Livelli essenziali di tutela ambientale in Italia, la proposta Snpa

Approvato dai vertici del Sistema nazionale il documento che individua i Livelli Essenziali delle Prestazioni Tecniche Ambientali (LEPTA), che, come previsto dalla Legge 132/2016, garantiranno ai cittadini la stessa tutela in tutte le regioni.

Dopo l’approvazione del documento da parte del Consiglio Snpa il testo verrà ora trasmesso al Ministero dell’ambiente.

segue su fonte

http://ambienteinforma-snpa.it/livelli-essenziali-di-tutela-ambientale-in-italia-la-proposta-snpa/

———————————————————-

Regione Toscana.Piano ” Lavoro Sicuro ” : quattro anni dopo

Fonte : Agenzia Sanitaria Toscana

Renzo Berti , Coordinatore Progetto Lavoro Sicuro e Direttore del Dipartimento della Prevenzione AUSL Toscana Centro

Anche quest’anno il primo dicembre si è tenuto al Comune di Prato un incontro per ricordare il tragico rogo di Via Toscana dove 4 anni fa persero la vita 7 lavoratori cinesi. Come noto, a seguito di tale evento la Regione Toscana varò con la DGRT 56/2014 il Piano Straordinario per il controllo delle attività lavorative condotte da cittadini cinesi, che dopo una intensa fase dedicata alla comunicazione e al confronto con la Comunità cinese, alla messa a punto delle intese con le Procure e le altre agenzie di controllo, nonché al reclutamento, alla formazione e alla qualificazione UPG di 74 tecnici di prevenzione, prese avvio il 2 settembre 2014. L’occasione è stata quindi utile per fare il punto sulla strada percorsa da allora.La prima fase del Piano che si è conclusa il 31 marzo scorso, ha consentito di verificare 8.257 imprese (275 al mese in media!), tramite ispezioni condotte nell’83,3% dei casi insieme ad altri Soggetti controllori.Più della metà dei controlli sono avvenuti nella realtà pratese, dove rispetto agli altri territori dell’ASL Toscana Centro è risultata maggiore anche la percentuale di irregolarità riscontrate.

scarica l’articolo

http://www.asf.toscana.it/images/stories/prevenzione/newsletter/Lavoro_sicuro_01_12_17.pdf

scarica la relazione presentata

http://www.asf.toscana.it/images/stories/prevenzione/newsletter/PLS_Prato_01_12_17.pdf

——-
UTILITY
——-

La raccolta delle newsletter di diario prevenzione è disponibile sul sito

https://dprevenzione.wordpress.com

——————————

Se desideri segnalare a un/a collega questa newsletter, la modalità per iscriversi alla mailing list è la seguente: il tuo/a collega può inviare dalla sua mail una email vuota al seguente indirizzo
notizie-subscribe@diario-prevenzione.it
il programma che gestisce la mailing list invierà in automatico una mail di verifica con richiesta di conferma

La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa mensile contenente le principali novità pubblicate sui maggiori siti e media  che trattano la  prevenzione dei rischi sul lavoro e negli ambienti di vita. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.

———————————–

SEGUI DIARIOPREVENZIONE
SU TWITTER

https://twitter.com/dprevenzione

———————————-

VISITA IL BLOG ONDE CORTE

fatti & idee nell’epoca della
post democrazia

http://www.lab-lps.org/post/

———————————-

 Cordiali saluti a tutt.*, grazie per l’attenzione
arrivederci alla prossima newsletter

Gino Rubini, editor di www.diario-prevenzione.it

°°°°°°

Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie

°°°°°°

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...