newsletter diario prevenzione 11 giugno 2015 – vol.n° 108


newsletter diario prevenzione

http://www.diario-prevenzione.it

11 giugno 2015 – vol.n° 108

notizie, documenti e link sui temi del governo dell’ambiente
della salute e della sicurezza nel lavoro e sulla responsabilità sociale d’impresa

********

——————–
EDITORIALE
——————–

L’importante è la salute . Scenari nazionali ed europei rispetto alle condizioni di salute e sicurezza nel lavoro .
Cosa sta succedendo in Italia

L’importante è la salute. E’ con questo popolare e condiviso modo di dire la Fiom il giorno 10 aprile u.s ha celebrato la propria Assemblea Nazionale dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza
(e la Salute ) a Firenze.
Nei molti interventi che si sono susseguiti nella giornata del 10 aprile è emersa invece la preoccupazione e la difficoltà da parte di questi rappresentanti dei lavoratori a svolgere con efficacia il proprio ruolo in azienda.

La cosi detta “Riforma del lavoro” Jobs Act del governo Renzi non ha certo facilitato il compito di questi lavoratori che volontariamente , oltre al proprio lavoro svolgono anche la funzione di rappresentare i propri compagni/colleghi di lavoro rispetto al diritto alla incolumità fisica e psichica che spesso viene compromessa dalle condizioni ambientali , organizzative e relazionali dei luoghi di lavoro..

Per i lettori interessati sul sito della Fiom nazionale sono pubblicati i testi degli interventi.

Le preoccupazioni dei RLS e dei lavoratori sono ampiamente giustificate. I temi delle condizioni di lavoro, della salute e della sicurezza del lavoro non sono mai stati nell’agenda di questo governo.

I media hanno scelto di non occuparsi delle condizioni di vita nel lavoro per non disturbare il manovratore. Veniamo ad alcuni interrogativi e ad alcune riflessioni sullo stato dell’arte del tema salute e sicurezza nel lavoro.
Come si può fare il RLS dopo il Jobs Act, senza Statuto dei lavoratori, quali sono le nuove criticità e come si può farvi fronte ….
>>>> SEGUE (FILE PDF)

>>>> L’ARTICOLO ( pdf)

http://www.diario-prevenzione.it/articoli/salute260515_re1.pdf

—————————-
EVENTI SEMINARI
CONVEGNI

—————————-

SEMINARIO INCA CGIL
24-25 GIUGNO – ROMA CENTRO CONGRESSI FRENTANI, SALA LATINI – VIA DEI FRENTANI 4

JOBS ACT ULTIMO ATTO, OVVERO COME RIDURRE LA TUTELA DELLA SALUTE NEL LAVORO
Il ruolo dell’Inca e della Cgil per contrastare gli effetti delle nuove norme su contratti di lavoro che scoraggiano le denunce d’infortunio e l’emersione delle malattie professionali

Programma Lavori

http://www.diario-prevenzione.it/interim/seminario%2024-25%20giugno%202015.jpg

———————

Effetti del cambiamento climatico sulla salute
La sanità verso la “Conferenza ONU Parigi 2015”. Sanità in movimento [2015]

Scioglimento di un iceberg in Groenlandia (con logo SIM). Nell’ambito del programma regionale Sanità in movimento, il 22 giugno si terrà il seminario formativo/informativo “Effetti del cambiamento climatico sulla salute. La sanità verso la Conferenza Parigi 2015 sul clima”, un’occasione di confronto e dibattito sul tema delle conseguenze delle variazioni del clima della Terra sulla salute – nello specifico quelle causate dall’uomo.

Con l’animazione di Daniele Pernigotti (blogger e ambientalista), la relatrice Grazia Cioci(Deputy Director della ONG Health Care Without Harm Europe) parlerà diffusamente della campagna “2020 Health Care Climate Challenge”. Questa campagna è stata promossa da HCWH per reclutare le organizzazioni sanitarie in un percorso di valutazione del proprio impatto ambientale e testimoniare l’impegno dei servizi sanitari in vista dell’importante appuntamento con la Conferenza ONU Parigi 2015 (Conference of the parties 21), che si terrà tra fine novembre e inizio dicembre e che viene considerata l’incontro più importante sul cambiamento climatico dai tempi dell’accordo di Kyoto (Conference of the parties 4, 1997).

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=4720&Itemid=2

___________________

NOTIZIE AMBIENTE
SALUTE
SICUREZZA LAVORO

___________________

Newsletter Medico Legale INCA CGIL Numero 24°/2015

Il Linfoma Non-Hodgkin da pesticidi riconosciuto e tabellato come malattia professionale in Francia

Con un Decreto pubblicato lo scorso 9 giugno, di modifica delle tabelle delle malattie professionali del regime agricolo, viene ammessa alla tutela previlegiata  (che ricordiamo in Francia ha un valore più stringente che nel nostro regime assicurativo  ) il Linfoma Non-Hodgkin, insorto in conseguenza dell’esposizione a pesticidi..

La Newsletter

http://www.diario-prevenzione.it/newsletter/news_inca_24_2015.pdf

———————-

Podcast Notizie Ambiente Lavoro Salute  Diario Prevenzione 11 giugno 2015 – puntata n° 29

In  questa puntata parliamo di

– L’importante è la salute . Scenari nazionali ed europei rispetto alle condizioni di salute e sicurezza nel lavoro . Autore:  Gino Rubini  – Cosa sta succedendo in Italia

– Rischio stress: i ritardi e le carenze delle valutazioni dei rischi

– SEMINARIO INCA CGIL
24-25 GIUGNO – ROMA CENTRO CONGRESSI FRENTANI, SALA LATINI – VIA DEI FRENTANI 4

– Oltre Expo: buone prassi per la sicurezza di spettacoli ed eventi

– ECOREATI- MODIFICA CODICE PENALE

– Notizie in breve

IL NOTIZIARIO AUDIO

(32 MINUTI)

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=4726&Itemid=127

————————

Salute & Sicurezza
Filcams Torino, le differenze di genere sono ancora ignorate

Nei Documenti di valutazione dei rischi la diversità tra uomini e donne non viene considerata, se non per la gravidanza e la maternità. Ma i pericoli non sono neutri, e capirlo migliorerebbe prevenzione e sorveglianza sanitaria DI I. LIGUORI

di Isabella Liguori*
Filcams Torino, le differenze di genere sono ancora ignorate (fotografia di Cristi Breban, da Flickr) (immagini di Marco Togna)
Le tematiche di genere nella valutazione del rischio entrano nella nostra normativa almeno a partire dal 2001, nel corpus di leggi a tutela della maternità e sui congedi parentali. Sul versante delle norme a tutela della salute e sicurezza, rispetto al precedente decreto 626 del 1994, il Testo Unico (81/2008) accoglie in modo esplicito dalle direttive europee la diversità di genere come filtro di analisi del rischio in più parti, spesso inesplorate: all’articolo 28, in particolare, si prevede che la valutazione dei rischi avvenga anche in ottica di genere.

l’articolo segue alla fonte rassegna.it

http://www.rassegna.it/articoli/2015/06/10/122499/filcams-torino-le-differenze-di-genere-sono-ancora-ignorate

———————

Un’inchiesta della FIOM CGIL sulle condizioni di lavoro in Maserati e Comau
Fatica e ansia, la realtà del lavoro in Maserati e Comau

di Edi Lazzi

Nelle scorse settimane abbiamo distribuito in vari settori del gruppo Fca a Torino dei questionari sulla salute e la sicurezza sul lavoro.
Questa iniziativa è stata pensata per conoscere nel dettaglio gli orientamenti dei lavoratori su un tema   importante   come   la   sicurezza   e   preparaci   nel   migliore   dei   modi   all’appuntamento   per l’elezione degli Rls nel gruppo Fca.
I risultati della ricerca

http://www.fiom-cgil.it/web/attachments/article/2187/Maserati_Comau.pdf

——————–


Rischio stress: i ritardi e le carenze delle valutazioni dei rischi

Un’indagine è stata condotta nel comparto metalmeccanico per conoscere lo stato, le carenze e le criticità delle valutazioni del rischio stress lavoro correlato. Presentiamo i risultati con un’intervista al ricercatore Daniele Di Nunzio.

Roma, 9 Giu – Malgrado l’attenzione riservata al rischio stress lavoro correlato da parte del D.Lgs. 81/2008, malgrado i chiarimenti e le  indicazioni della Commissione Consultiva e gli innumerevoli convegni, interventi e articoli sul tema, c’è ancora un evidente sfasamento tra quanto dovrebbe essere fatto nelle aziende italiane e quanto si fa effettivamente. Non solo in molte realtà la  valutazione del rischio stress lavoro-correlato è ancora sconosciuta, ma anche la gestione del rischio spesso non è adeguata e non produce una reale prevenzione.

Per comprendere come è affrontato questo rischio nelle aziende metalmeccaniche, è stata realizzata un’indagine condotta dall’Associazione Bruno Trentin in stretta collaborazione con le organizzazioni sindacali e promossa dalla CGIL Nazionale e dalla FIOM CGIL, con il finanziamento del FAPI (Fondo Formazione Piccole e Medie Imprese).
I risultati dell’indagine, raccolti nel volume “Il rischio stress lavoro-correlato nel settore metalmeccanico” sono stati presentati il 31 marzo a Roma durante la giornata di studio e confronto dal titolo “ Rischi psicosociali in Italia ed in Europa: quali percorsi per la tutela dei lavoratori?”.

Per conoscere i risultati di questa interessante ricerca e avere un quadro realistico di come si affronta lo stress lavorativo nelle aziende del comparto metalmeccanico, PuntoSicuro ha fatto una breve intervista al ricercatore Daniele Di Nunzio (Associazione Bruno Trentin – IRES – Istituto di Ricerche Economiche e Sociali – Osservatorio Salute e Sicurezza).

L’articolo prosegue alla fonte >>>  PuntoSicuro.it

http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/rubriche-C-98/interviste-inchieste-C-117/rischio-stress-i-ritardi-le-carenze-delle-valutazioni-dei-rischi-AR-14934/

———————-

RSPP: Rassegna Stampa sulla Prevenzione e Protezione dai rischi e danni da lavoro.Giugno 2015 RSPP n.54.pdf

RSPP
Rassegna Stampa sulla Prevenzione e Protezione dai rischi e danni da lavoro
Newsletter mensile contenente materiali su temi ergonomici e di prevenzione dei rischi e danni da lavoro,
oltre una rassegna stampa di materiali pubblicati sui maggiori siti dedicati alla materia.

LEGGI LA RASSEGNA RSPP

http://www.rs-ergonomia.com/app/download/11551779196/RSPP+n.54.pdf?t=1433335433

———————–

Newsletter Medico Legale Inca Numero 23°/2015
Belgio: Fondo Vittime Amianto (AFA): bilancio di 8 anni di attività

Da alcuni mesi nel nostro Paese si sta discutendo del Fondo Vittime Amianto dopo la sua estensione anche alle vittime “civili” di questo materiale.
Appare, dunque, opportuno ed utile verificare quanto avviene negli altri Paesi che hanno introdotto già da tempo questa forma di tutela, partendo dall’esperienza belga.
Nell’ambito del Fondo Malattie Professionali (FMP) Belga  è stato istituito dalla Legge-programma del 27 dicembre 2006 (titolo IV, capitolo VI, articoli da 113 a 133)  un “Fondo Speciale Amianto” (AFA) che indennizza sia le vittime per esposizioni in ambito professionale che per esposizioni di tipo ambientale o in quanto parente convivente con un esposto professionale sia, infine, per esposizioni di tipo hobbistico.
IL finanziamento del Fondo è assicurato congiuntamente dallo Stato (con un montante annuale di 10 milioni di euro indicizzati ogni 31 gennaio con decisione del Re), da contributi sociali e da “donazioni”.
Il Fondo amianto perviene ad indennizzare  esclusivamente: mesotelioma ed asbestosi oltre ad altre malattie determinate “dal Re” e di cui sia dimostrata la derivazione da una esposizione all’amianto.

>> segue NEWSLETTER INCA N° 23 2015

http://www.diario-prevenzione.it/newsletter/news_inca_23_2015.pdf

———————-


Hauts fonctionnaires et lobbies s’allient pour saper l’initiative européenne contre les perturbateurs

Deux nouveaux rapports d’ONG jettent une lumière crue sur les rôles joués par les lobbies de l’industrie chimique et de hauts fonctionnaires de la Commission européenne dans le report de l’adoption de critères de définition des perturbateurs endocriniens.

Dans le cadre du processus d’adoption de règlements européens sur les pesticides, la Commission européenne s’était engagée en 2008 auprès du Conseil de l’UE et du Parlement à présenter pour décembre 2013 une stratégie européenne sur les perturbateurs endocriniens et les critères scientifiques retenus permettant de définir ces substances.

Mais rien ne s’est passé comme prévu. Au lieu de respecter ses engagements, la Commission a lancé une étude relative aux impacts économiques possibles associés à tel ou tel choix particulier de critères.

À l’époque, de nombreux observateurs, dont des élus, avaient vu dans cette décision l’influence des lobbies. Deux ONG, Pesticide Action Network Europe et Corporate Europe Observatory, ont mené un travail d’investigation qui permet aujourd’hui de confirmer ces soupçons.

Les deux enquêtes, réalisées de manière indépendante l’une de l’autre, ont pu identifier que la décision d’interrompre les travaux sur les critères de définition des perturbateurs endocriniens pour lancer l’étude d’impact a été prise en juillet 2013 sous la pression de Catherine Day, la secrétaire générale de la Commission.

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=4716&Itemid=2

———————

Al fine di promuovere e diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro, obiettivo primario del nostro Osservatorio Sicurezza sul Lavoro, rendiamo disponibile il Seminario GRATUITO “GLI OBBLIGHI FORMATIVI PER LA SICUREZZA ELETTRICA DEL PERSONALE COINVOLTO NEI LAVORI ELETTRICI” in Aula a Mestre (VE) o in Videoconferenza il 23 Giugno 2015 dalle ore 17:15.

Il Seminario “Gli obblighi formativi per la Sicurezza Elettrica del Personale coinvolto nei Lavori Elettrici” ha l’obiettivo di supportare i Datori di Lavoro, i Dirigenti e gli RSPP nella scelta e pianificazione degli interventi formativi. Verranno inoltre illustrate le specifiche istruzioni a flow chart che riepilogano i corretti percorsi formativi a cui sottoporre i soggetti che svolgono ruoli specifici nella corretta organizzazione ed esecuzione dei lavori elettrici.

Nessun costo è a Vostro carico o dei Vs lettori. Vi chiediamo solo di pubblicare la presente sul vostro sito al fine di contribuire alla diffusione della cultura della Sicurezza sul Lavoro.
Per iscrizioni e maggiori informazioni cliccare al seguente link Seminario “Gli obblighi formativi per la Sicurezza Elettrica del Personale coinvolto nei Lavori Elettrici” in Aula o in Videoconferenza

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=4715&Itemid=2

———————


Oltre Expo: buone prassi per la sicurezza di spettacoli ed eventi

Intervista alla D.ssa Susanna Cantoni,
Direttore del dipartimento prevenzione della Asl di Milano

L’INTERVISTA

http://www.diario-prevenzione.it/interviste/PuntiDiVista_pg.pdf

——————-

Novità del mese

Coordinamento Nazionale Salute e Sicurezza CGIL su Facebook

https://www.facebook.com/groups/827753383985408/?fref=ts

——————–


Emeroteca di diario prevenzione

http://bit.ly/1JHSp0d

——————-


La raccolta delle newsletter di diario prevenzione è disponibile sul sito

https://dprevenzione.wordpress.com

——————-

Se desideri segnalare a un/a collega questa newsletter, la modalità per iscriversi alla mailing list è
la seguente: il tuo/a collega può inviare dalla sua mail una email vuota al seguente indirizzo

notizie-subscribe@diario-prevenzione.it

La newsletter è gratuita: riceverai al tuo indirizzo e-mail una rassegna stampa quindicinale contenente le principali novità pubblicate sui maggiori siti che di prevenzione dei rischi sul lavoro. La newsletter di diario prevenzione è il mezzo migliore per aggiornarsi.

——————————

PODCAST AUDIO NEWS DIARIO PREVENZIONE

http://bit.ly/1p34Qcm

———————————-

SEGUI DIARIOPREVENZIONE
SU TWITTER

https://twitter.com/dprevenzione

———————————-

Cordiali saluti a tutt.*, grazie per l’attenzione
arrivederci alla prossima newsletter

Gino Rubini, editor di www.diarioprevenzione.it


°°°°°°

Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie

°°°°°°

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...