DEGLI ORGANISMI PARITETICI (Risposta)


L’articolo di Pietro Ferrari sulla sanzionabilità per la mancata collaborazione ha sollevato una vivace discussione su diversi siti. Vedi in particolare Punto Sicuro del 22.01.13. In questo articolo  Pietro Ferrari del Dipartimento Salute e Sicurezza della Camera del Lavoro di Brescia.

DEGLI ORGANISMI PARITETICI (Risposta)

L’articolo di Pietro Ferrari sulla sanzionabilità per la mancata collaborazione ha sollevato una vivace discussione su diversi siti. Vedi in particolare Punto Sicuro del 22.01.13. In questo articolo  Pietro Ferrari del Dipartimento Salute e Sicurezza della Camera del Lavoro di Brescia.

DEGLI ORGANISMI PARITETICI (Risposta)

L’articolata, vivace discussione seguita all’articolo sulla sanzionabilità per la mancata
collaborazione con gli organismi paritetici (in Puntosicuro 22.01.2013), richiede -e dovrebbe
garantirmi- una ragionata risposta.
Ritengo, banalmente, che i diversi siti che si occupano di SSL debbano essere luogo di discussione
e di approfondimento, oltre che di aggiornamento tecnico e normativo. Certo -so bene- non luoghi
di “costruzione” del diritto vivente; compito questo, come universalmente noto, attribuito alla sola
giurisprudenza.
Dunque in quella prospettiva voleva collocarsi il mio intervento, che qualche nervo scoperto è pur
andato a toccare.
Non sarà sfuggito, suppongo, come già la titolazione dell’articolo ponesse la forma interrogativa. E
come le diverse “conclusioni” utilizzassero le modalità dell’ipotetico: non sembra tuttavia;
sembrerebbe doversi dedurre; etc.

>>> l’articolo segue in formato pdf.  >>>
L’ARTICOLO

Per i lettori che intendono interagire con l’articolo possono farlo qui sul blog. editor

Annunci

2 thoughts on “DEGLI ORGANISMI PARITETICI (Risposta)

  1. Discussione interessante alla quale provo a partecipare ponendo una domanda provocatoria. Se la formazione dei lavoratori e/o dei loro rappresentanti viene erogata senza richiedere la collaborazione dell’organismo paritetico (ovviamente presente nel settore e nel territorio) è illecita ? Credo che la risposta sia scontata visto che il comma 12 dell’articolo 37 del DLgs 81/08 usa il termine “deve avvenire”.
    E se un O. di V. disponesse di porre rimedio all’illecito ? La formazione dovrebbe essere ripetuta rispettando il comma 12 ?
    Buon senso (civico) vorrebbe che le disposizioni di legge si ottemperino a prescindere dall’esistenza di una sanzione a presidio.
    D’altra parte occorre riconoscere la scarsa capacità “collaborativa” di diversi Organismi paritetici che rendendo sistematico il silenzio assenso svuotano di significato la norma.
    Evidentemente fa comodo così.

  2. Pingback: ::: newsletter diario prevenzione 14 febbraio 2013 ::: vol.n° 65 « diario prevenzione news

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...