newsletter diario prevenzione 8 novembre 2012 – vol.n°58


 

 

 

newsletter diario prevenzione

www.diario-prevenzione.it

8 novembre  2012  – vol.n°58

notizie, documenti e link sui temi del governo dell’ambiente, della salute
e della sicurezza nel lavoro
e sulla responsabilità sociale d’impresa

&&&

LA SETTIMANA

In questa settimana concentriamo l’attenzione sulla preparazione della II Conferenza Governativa sulle Patologie Asbesto-correlate che  si terrà dal 22 al 24 novembre 2012 nella città di Venezia. La preparazione della Conferenza è apparsa molto affrettata con rilevanti carenze rispetto ad alcune tematiche che sono necessarie per elaborare una strategia duratura ed efficace per porre sotto governo il rischio da amianto. Come contributi pubblichiamo il doumento elaborato dalla Cgil Emilia Romagna ” CONTRIBUTI E PROPOSTE PER I LAVORI DELLA CONFERENZA  GOVERNATIVA AMIANTO DI VENEZIA” (1) e l’intervista al Presidente del Fondo Vittime Amianto Nicola Pondrano (2).

Nei prossimi giorni segnaleremo  altri materiali utili a conoscere meglio i temi più difficili da risolvere che sono quelli dello smaltimento in discariche controllate e lo stato dell’arte delle tecnologie per l’inertizzazione.

In questo mese di novembre si registra una concentrazione d’iniziative in materia di salute e sicurezza inusuali e inattese rispetto alla fase di crisi che sta vivendo il paese, questo è un fatto positivo ma molte nubi si stanno addensando sul sistema di prevenzione. E’ vero che il Governo ha ritirato il Decreto semplificazione per quanto attiene salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ma nelle stanze ministeriali si sta lavorando per un DdL d’iniziativa del governo che pare riproponga gli stessi contenuti stralciati dal Decreto semplificazione.

In tal senso torniamo a segnalare l’iniziativa della Società Nazionale degli Operatori della Prevenzione che si celebrerà a Bologna il 14 e il 15 Novembre sul tema ” I Servizi di Prevenzione: quale futuro ? “ e l’intervista al Dott. Giorgio Di Leone (3).

Dentro questa crisi occorre ripensare l’organizzazione complessiva della gestione dei rischi negli ambienti di vita e di lavoro, occorre riprogettare le strutture e  le modalità operative puntando sull’efficacia dei servizi  e sulla partecipazione attiva dei lavoratori e dei cittadini.

Perchè questa innovazione sia resa possibile occorre combattere e sconfiggere l’ignavia intelletuale di chi pensa che la prevenzione sia un costo superfluo, un lusso che non possiamo permetterci (ricordate le esternazioni dell’ex ministro Tremonti) e l’ottusità di chi riduce la prevenzione ad una sequenza meccanica di adempimenti burocratici costosi e inutili ( vedi lo stile rapace di alcuni consulenti la cui unica competenza è quella di rigonfiare le fatture …con prestazioni inutili ).

Il passaggio verso questa trasformazione necessaria per andare oltre la crisi, senza perdere l’essenza delle pratiche di prevenzione,   è molto stretto,  ma non vi sono alternative.

(1) CGIL EMILIA-ROMAGNA CONTRIBUTI E PROPOSTE PER I LAVORI DELLA CONFERENZA  GOVERNATIVA AMIANTO DI VENEZIA

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3555&Itemid=2

(2) INTERVISTA AUDIO A NICOLA PONDRANO SULLA II CONFERENZA GOVERNATIVA SULLE PATOLOGIE ASBESTO-CORRELATE CHE  SI TERRÀ DAL 22 AL 24 NOVEMBRE 2012 NELLA CITTÀ DI VENEZIA

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3561&Itemid=1

(3) INTERVISTA AL DOTT. GIORGIO DI LEONE PRESIDENTE DELLA SNOP SUL TEMA : “I SERVIZI DI PREVENZIONE: QUALE FUTURO”

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3551&Itemid=2

========================

NOTIZIE AMBIENTE SALUTE
SICUREZZA LAVORO

=======================

INTERVISTA AUDIO A NICOLA PONDRANO SULLA II CONFERENZA GOVERNATIVA SULLE PATOLOGIE ASBESTO-CORRELATE CHE  SI TERRÀ DAL 22 AL 24 NOVEMBRE 2012 NELLA CITTÀ DI VENEZIA

Nicola Pondrano,  operaio alla Eternit di Casale Monferrato in giovane età, per  anni Direttore dell’INCA di Casale Monferrato e ora Presidente del Fondo nazionale per le vittime dell’amianto è un testimone ed un protagonista per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori e dei cittadini  che si sono ammalati a causa della esposizione professionale e/o ambientale alle fibre d’amianto.
Lo abbiamo intervistato per conoscere il suo punto di vista sulla II Conferenza Governativa sulle Patologie Asbesto-correlate che  si terrà dal 22 al 24 novembre 2012 nella città di Venezia, con l’obiettivo di discutere di quella che è un’autentica emergenza nazionale e di individuare azioni cui dar seguito per la redazione di un Piano nazionale sull’Amianto.
Questa intervista rappresenta un contributo per comprendere meglio le potenzialità e i limiti che derivano dalla impostazione della Conferenza con l’intento di realizzare un percorso possibile per la costruzione di una strategia per la gestione del rischio amianto per i prossimi anni.

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3561&Itemid=1

————————-

Come migliorare ancora la sicurezza in azienda?

Cosa si può pensare di nuovo per dare un impulso concreto al miglioramento delle condizioni di sicurezza e salute sul lavoro? Organizzazione e consapevolezza forse possono aiutare. Di Alessandro Mazzeranghi.

l’articolo segue alla fonte >>> puntosicuro.it

http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-cat-3/come-migliorare-ancora-la-sicurezza-in-azienda-art-12323/

————————


La leadership e la sicurezza e salute sul lavoro: studi di casi ed esame della letteratura

Una nuova relazione dell’EU-OSHA esamina i fattori di leadership aziendale dai quali dipende il successo. Il documento presenta una rassegna della letteratura esistente sulla leadership in materia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL) e analizza i risultati di 16 studi di casi relativi a società di tutta l’UE, individuando fattori di successo ed esempi di buona leadership in termini di SSL, come approcci innovativi e il ruolo delle parti interessate.

Scarica la relazione “Leadership e sicurezza e salute sul lavoro (SSL): un’analisi specialistica”

http://osha.europa.eu/en/publications/literature_reviews/leadership-and-occupational-safety-and-health-osh-an-expert-analysis/view

———————–

Provincia di Bologna
DSP – Dipartimenti di Sanità Pubblica
AUSL di Bologna e AUSL di Imola
Direzione Territoriale del Lavoro Bologna
INAIL Sede di Bologna
CGIL-CISL-UIL di Bologna

SEMINARIO

RLS e Organo di Vigilanza Relazioni reciprocamente utili

Bologna 19 novembre 2012

Il seminario si terrà presso
SALA CONFERENZE
TERZA TORRE
REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Via della Fiera 8
Bologna

PROGRAMMA LAVORI

http://www.sirsrer.it/public/form/2012_19_11_Corso_SIRS_RLS_Vigilanza.pdf

———————-

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO NEGLI ADDETTI AL CALL-CENTER: RISULTATI DI UN’INDAGINE CONDOTTA TRAMITE QUESTIONARIO ED INTERVISTA SEMI-STRUTTURATA

ABSTRACT. Psychological and physical well-being of call-centre employees may be impacted by several work-related stress factors, deriving from the way work operations are typically planned in such settings (job design) and other human resource management practices. Aim of this study is to report results of an investigation on work-related stress factors and well-being among call-centre employees of an Italian telephone service company. We conducted a cross-sectional study based on a mixed quali-quantitative approach (questionnaire and semistructured interview). Overall, 1106 call-centre operators participated in the study (response rate 98,9%). 77% were women, mean age 33.3 years (s.d. 4.3) and mean job seniority 8 years (s.d. 2.2). Most worked parttime (75,8%), on a rotating shift schedule (91,3%) and performed inbound call handling (58,8%). According to questionnaire, the most unfavourable work-related stress risk factors were poor career perspectives, inadequate employees’ performance assessment, low worktime flexibility and repetitive tasks. Such factors are consistently associated with employees’ well-being, mostly job satisfaction. Interviews revealed sources of discomfort related to high work pressures, inadequate resources for client management, heavy performance monitoring, insufficient work breaks and emotion labour. Therefore, measures should improve job content and organization context to enhance well-being among call-centre employees, especially those performing in-bound call handling.

INTRODUZIONE
L’elevata saturazione del mercato delle telecomunicazioni ha portato le aziende del settore ad operare investimenti sempre più ingenti nell’area dell’assistenza, con lo scopo di attrarre e fidelizzare la clientela. La figura dell’addetto al call-center è divenuta quindi una categoria professionale numericamente rilevante, in Italia così come nella maggioranza dei paesi del globo (Gilardi et al., 2008). Il modello organizzativo tipico dei call-center è il cosiddetto “lean system”, caratterizzato da due elementi principali: l’integrazione dei flussi lavorativi e la semplificazione dei processi. L’implementazione nel contesto operativo di questi elementi
comporta determinate scelte in termini di “job design”, le quali possono a loro volta implicare la presenza di potenziali fonti di stress lavoro-correlato, quali l’elevata pressione lavorativa, la scarsa discrezionalità su tempi e metodi di lavoro, l’alta ripetitività, l’ambiguità e i conflitti di ruolo, ecc. (Sprigg e Jackson, 2006). Nel corso delle interazioni telefoniche con i clienti, gli addetti al call-center devono inoltre confrontarsi frequentemente con situazioni ad intenso carico emotivo, rese ancora più gravose dalla necessità di reprimere le proprie reazioni spontanee anche di fronte ad utilizzatori aggressivi (“lavoro emotivo”; Zapf, 2002). Inoltre, questi lavoratori operano in ambiti in cui spesso le possibilità di crescita sono limitate, con probabili ripercussioni in termini di scarsa valorizzazione del personale. Se la presenza più o meno intensa dei fattori sopracitati può comportare, da un lato, rischi per la salute psicofisica, dall’altro può incidere sul grado di soddisfazione lavorativa del personale, ostacolandone così la motivazione ed il contributo sul piano della qualità e della quantità delle prestazioni.

SEGUE SU

http://www.sicurezzaonline.it/homep/infcro/infcro2012/infcro201211/infcro20121105.htm

————————-

SULLA FORMAZIONE DEL PERSONALE DI NUOVA ASSUNZIONE

Un articolo di Pietro Ferrari del  Dipartimento Salute Sicurezza Ambiente
della Camera del Lavoro di Brescia

L’articolo

http://www.diario-prevenzione.it/docbiblio/Formazione_neoassunti.pdf

————————

CONTRIBUTI E PROPOSTE PER I LAVORI DELLA CONFERENZA  GOVERNATIVA AMIANTO DI VENEZIA

A distanza di due  settimane dalla Conferenza governativa sull’amianto che si celebrerà a Venezia dal 22 al 24 novembre riteniamo opportuno rendere disponibili documenti “grigi” contenenti proposte e sollecitazioni che potranno essere utili per le sessioni tematiche previste nella Conferenza. La Conferenza è stata organizzata in modo abbastanza affrettato con il rischio che vi sia un deficit nelle proposte che possono impegnare il governo in una strategia efficace e fattibile per la gestione in Italia  del rischio amianto nei prossimi anni e per  il governo degli impatti sanitari,  sociali e ambientali  che l’esposizione all’amianto ha generato e continuerà a produrre nei prossimi anni.
Il primo documento “grigio” che rendiamo disponibile è un documento di lavoro elaborato dalla Cgil Emilia Romagna proposto come contributo per giungere ad una presa di posizione possibilmente unitaria dei sindacati all’interno della Conferenza. Nei prossimi giorni e per tutta la durata della Conferenza fino alla conclusione pubblicheremo i documenti “grigi”  che ci perverrano come contributi ai lavori della Conferenza.

UN CONTRIBUTO DELLA CGIL EMILIA-ROMAGNA PER LA CONFERENZA NAZIONALE AMIANTO DI VENEZIA. ( pdf  pagine 4 )

http://www.diario-prevenzione.it/docbiblio/amianto12_v6.pdf

———————-

STRESS LAVORO CORRELATO:
UNA RICERCA PSICOFISIOLOGICA SU MACCHINISTI E CAPITRENO,
UN METODO A DISPOSIZIONE DI TUTTI

Roma, 21 novembre 2012, ore 8,30 – 17,30
Università ‘Sapienza’, Centro Congressi d’Ateneo, Via Salaria, 113 (*)

PROGRAMMA LAVORI

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3554&Itemid=2

———————-

Guariniello, sicurezza scuole emergenza

Pm scrive a ministro, ‘indispensabile governo se ne renda conto’

La sicurezza nelle scuole ”e’ ormai un’emergenza nazionale” ed ‘e’ indispensabile che il governo si renda conto della situazione’. Lo scrive il pm di Torino Raffaele Guariniello in una lettera al ministro dell’Istruzione Francesco Profumo. Nella missiva il pm sottolinea la difficolta’ a effettuare la manutenzione negli edifici scolastici. L’allarme dopo i crolli di alcuni pannelli verificatisi in alcune scuole di Torino e provincia, su cui la Procura ha aperto fascicoli di indagine.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2012/11/03/Guariniello-sicurezza-scuole-emergenza_7735471.html

=======

TWITTER
=======

Molte notizie su salute e sicurezza circolano anche su Twitter. Diario prevenzione ha un account twitter che “preleva” contenuti da 230 account specializzati in “Occupational health and safety”

Visita e segui

http://twitter.com/#!/dprevenzione

_______________

LA NEWSLETTER

Se questa newsletter ti piace e la ritieni utile , puoi segnalare  a un/a tuo/a amico/a o collega l’indirizzo del form per la registrazione.

La newsletter è gratuita.

http://www.diario-prevenzione.it/subscribe/iscrizione.php

——————-

8 novembre 2012

Cordiali saluti a tutt.*

Gino Rubini, editor di www.diarioprevenzione.it

°°°°°°

Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie

°°°°°°
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...