newsletter diario prevenzione 4 giugno 2012 – vol.n° 49


newsletter diario prevenzione

www.diario-prevenzione.it

4 giugno 2012 – vol.n°49

notizie, documenti e link sui temi del governo dell’ambiente, della salute
e della sicurezza nel lavoro
e sulla responsabilità sociale d’impresa

LA SETTIMANA IN 50 RIGHE  – CONVIVERE CON IL TERREMOTO

La terra continua a tremare, in poche settimane una parte della popolazione dell’Emilia è stata costretta a cambiare le proprie rappresentazioni del territorio in cui vive e  dei riferimenti profondi che costituiscono le sicurezza psicologiche per ciascuno di noi, la casa, il luogo di lavoro, il lavoro, i progetti di vita elaborati prima del terremoto.

La precarizzazione dei riferimenti profondi che sostengono identità e autostima dei singoli e delle comunità va gestita: occorre rapidità nella definizione dei progetti di ricostruzione, la cosa peggiore sarebbe, come purtroppo è successo in altre esperienze, l’inerzia  e  il vuoto d’iniziative e la mancanza di una road map che fissi gli obiettivi per il ritorno ad una condizione di vivibilità e di sicurezza.

L’altro aspetto con cui un evento catastrofico come il sisma colpisce le popolazioni è la perdita di autonomia sia delle comunità sia dei singoli: è la vita che viene sconvolta, perdita del governo del tempo, degli spazi e delle relazioni. Una perdita di potere individuale e collettiva di autoregolazione che viene consegnata necessariamente alla gestione gerarchica dell’emergenza. Questa perdita d’autonomia andrebbe limitata nel tempo  alla stretta necessità di gestire l’emergenza, ogni prolungamento della stessa oltre la necessità produce danni profondi alle capacità di ripresa delle capacità di autogoverno personali e collettive.

Veniamo poi alle grandi difficoltà materiali : progettare la ricostruzione in sicurezza richiede tempi, tecnologie e risorse ingenti. La voglia di riprendere
il lavoro e la produzione è il vero motore che potrà impedire lo scivolamento verso la rassegnazione e la resa, questa è la mission dei prossimi mesi  per ricostruire i riferimenti di sicurezza perduti e restituire speranza e futuro ad un territorio che ha come prima grande risorsa competenze e capacità di produrre ricchezza.

Infine occorre una nuova governance rispetto alla sicurezza sismica: in questa regione si dovrà costruire il nuovo con gli standard più elevati di sicurezza disponibili, non vi sono zone franche rispetto al rischio sismico (1), sarà necessario mettere in sicurezza gli edifici pubblici e privati che non lo sono.

Questi sono i compiti cui fare fronte, un banco di prova per i cittadini, per le istituzioni, per le associazioni di rappresentanza e per i sindacati dei lavoratori.

editor

Riferimenti sitografici

(1) Pericolosità sismica, zone sismiche e normativa sismica nella zona dei terremoti del maggio 2012

http://www.ingv.it/primo-piano/segnalazioni/2012/06011552/

===================================

NOTIZIE AMBIENTE SALUTE SICUREZZA
LAVORO

==================================

Cassazione: amianto, si al risarcimento dei danni agli eredi del lavoratore deceduto se il datore non ha adottato idonee misure preventive
La Corte di Cassazione, con sentenza n. 8655 del 30 maggio 2012, ha ribadito che “la responsabilità dell’imprenditore ex art. 2087 c.c., pur non essendo di carattere oggettivo, deve ritenersi volta a sanzionare l’omessa predisposizione da …
Fonte: Studiocataldi.it

Url: http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_12015.asp

——————-

LA NEWSLETTER SICUREZZA E PREVENZIONE N° 5 – 2012     

E’ on line la nuova newsletter “Sicurezza e Prevenzione” realizzata dal Ministero del Lavoro in collaborazione con l’Agenzia Radiocor del Sole 24 Ore.

In apertura nel numero di maggio la campagna “Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi” che si inserisce nell’attuale campagna europea “Ambienti di lavoro sani e sicuri”.
Si può partecipare attivamente alla campagna attraverso il concorso “Premio europeo per le buone pratiche”, che premia organizzazioni di diverse dimensioni che hanno individuato modalità innovative per promuovere la salute e la sicurezza sul lavoro.

All’interno inoltre uno speciale sul “Manuale illustrato per lavori in ambienti sospetti di inquinamento o confinati”un esempio di prima “buona prassi” messa a punto dalla Commissione Consultiva permanente  applicabile ai lavori in ambienti quali silos, cisterne, pozzetti e simili.

LA NEWSLETTER

http://www.lavoro.gov.it/NR/rdonlyres/285D11E0-0542-4D27-8B28-4CFB1190E21E/0/MDL2012053.pdf

——————–


Un nouvel outil en ligne pour remplacer les produits chimiques dangereux

Le 24 mai, un outil concret où les sociétés peuvent partager leurs expériences de substitution de produits chimiques problématiques par des alternatives plus sûres a été présenté à Helsinki. Il s’agit d’un portail internet, intitulé SUBSPORT, qui est le fruit d’une collaboration entre des syndicats, des organisations de défense de l’environnement et des instituts de recherche spécialisés en risques chimiques.

SUBSPORT donne des conseils sur la manière de trouver des solutions de rechange plus sûres aux produits chimiques les plus dangereux. Il contient de nombreux exemples concrets de substitution menés dans des entreprises.

SUBSPORT contient environ 100 exemples de substitution de substances telles que les produits perfluorés, les retardateurs de flamme bromés, le PVC et le perchloroéthylène.

Les exemples de substitution ont été fournis par un large éventail de multinationales et de petites entreprises, de syndicats, d’hôpitaux, d’universités et d’organismes publics. L’accès au portail web multilingue est gratuit.

“SUBSPORT aidera les travailleurs et leurs représentants à identifier des solutions de rechange plus sûres aux produits chimiques dangereux et permettra d’améliorer les conditions de travail”, a déclaré Pedro J. Linares, secrétaire confédéral pour la santé et sécurité de la confédération syndicale espagnole CCOO.

http://www.subsport.eu/

http://www.ecofriendnews.com/

———————–

Convegno Aie

31 maggio 2012 – La riflessione di Giuseppe Costa (Presidente Aie) sul Convegno di primavera dell’Associazione italiana di epidemiologia, svoltosi a Roma il 28-29 maggio 2012.

fonte epicentro.it

http://www.epicentro.iss.it/focus/aie/Primavera2012Costa.asp

———————-

1/05/12 – IL LAVORO E LA FISIOLOGIA DEL SONNO
Goio I, Perbellini L

Goio I1, Perbellini L1

1Medicina del Lavoro – Dipartimento di Sanita’ Pubblica e Medicina Di Comunità, Università degli Studi di Verona

Parole chiave: sonno, lavoro, sindrome delle apnee ostruttive

Riassunto

Il sonno è un processo circadiano regolato dall’ipotalamo e influenzato da diversi fattori (alternanza luce-buio, temperatura corporea, cronotipo mattutino/serotino). Esso presenta fasi distinte (REM/Non-REM) che si differenziano per le caratteristiche del tracciato elettroencefalografico e per la variabilità di alcuni parametri vitali corporei. Le alterazioni del ritmo sonno-veglia possono avere conseguenze negative sulla salute e interferire sulla qualità di vita lavorativa in termini di infortuni e assenteismo. D’altro canto alcune condizioni lavorative (lavoro a turni, stress lavoro-correlato) possono a loro volta interferire sulla qualità del sonno. Tra le patologie del sonno di interesse per la Medicina del Lavoro troviamo le sindromi caratterizzate da Eccessiva Sonnolenza Diurna di cui la Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) è la più frequente. Oggi ci si propone di affrontare questi disturbi negli ambienti lavorativi in termini sia di prevenzione che di intervento.

SEGUE SU FONTE  PREVENTION AND RESEARCH

http://www.preventionandresearch.com/il-lavoro-e-la-fisiologia-del-sonno.html

———————–


mercoledì 30 maggio 2012
CGIL EMILIA ROMAGNA

COMUNICATO STAMPA
TERREMOTO: LAVORARE IN SICUREZZA NON È “ARTIFICIOSO”

A distanza di 24 ore dal sisma che ieri ha colpito le stesse zone dell’Emilia Romagna già “sfregiate dal terremoto del 20 Maggio la conta dei danni ci consegna un’immagine devastante della nostra regione.

segue su

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3360&Itemid=2

————————

Comunicato sul terremoto in Emilia-Romagna

La Segreteria nazionale della Fiom esprime profondo cordoglio per le vittime del nuovo gravissimo terremoto in Emilia-Romagna.

La Fiom è vicina ai cittadini, alle lavoratrici e ai lavoratori colpiti dal sisma e si stringe intorno alle famiglie delle vittime.

La Fiom intende evidenziare le gravi responsabilità rispetto alla inadeguatezza delle strutture industriali che si sono dimostrate non adatte a resistere in casi di terremoti di tali dimensioni e il cui crollo sta determinando tante vittime.

E’ gravissimo che si sia ripreso a lavorare dopo il primo evento sismico senza aver verificato le condizioni di sicurezza degli edifici industriali ben sapendo che le scosse sarebbero continuate.

Per queste ragioni, riteniamo indispensabile che la ripresa del lavoro avvenga solo quando, dopo le necessarie e opportune verifiche, si sia certi che i capannoni industriali siano in sicurezza. A tal fine chiediamo alle Istituzioni e alle imprese di garantire che la ripresa avvenga solo dopo accurati controlli di sicurezza.

La Fiom valuterà in rapporto con i delegati e i territori coinvolti dall’evento le opportune iniziative per aiutare e sostenere le lavoratrici, i lavoratori e le popolazioni colpite.

Segreteria nazionale Fiom

——————–

30/05/12 – ATTI DEL CONVEGNO : “APPROFONDIMENTI TECNICI E NORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI”

Il 7 marzo 2012, presso la sala conferenze del palazzetto dello sport di Collegno (TO) il Servizio Prevenzione Sicurezza degli Ambienti di Lavoro della ASL TO3 ha organizzato, il Convegno “Approfondimenti tecnici e normativi in materia di sicurezza e salute dei lavoratori”.  Sicurlav, ha patrocinato l’iniziativa. Sono disponibili gli atti.

Sono disponibili gli atti del convegno:

Dott. Dario Castagneri
LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI: D.Lgs. 81/2008 e norma tecnica UNI ISO 11228 parte 1 e 2

Dott. Vito Bruno
Il documento approvato dalla Commissione Consultiva Permanente sulle implicazioni dei regolamenti CLP E REACH nell’ambito del titolo IX del T.U.

Dott.ssa Tiziana Bagnara
Il lavoro negli ambienti confinati: novità introdotte dal D.P.R. 177/2011

Dott. Giacomo Porcellana
Il Decreto Ministeriale 11 aprile 2011: Disciplina delle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’All. VII del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, nonché i criteri per l’abilitazione dei soggetti di cui all’articolo 71, comma 13, del medesimo decreto legislativo.

Per scaricare le relazioni vai alla fonte  >>> sicurlav.it

http://www.sicurlav.it/corso07032012.htm

———————

30/05/12 – COSTRUZIONI ANTISISMICHE: SIAMO INDIETRO

In Italia, pur essendo note le aree a rischio, non vengono praticati i criteri costruttivi e ristrutturativi adeguati. L’edilizia antisismica costa, in media, il 10% in più. Ma i danni del terremoto sono molto più alti DI DIEGO ALHAIQUE

segue su

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3356&Itemid=2

———————-


30/05/12 – TERREMOTO: CGIL E.ROMAGNA, INTRANSIGENZA SU SICUREZZA LAVORATORI

“Il terremoto di questa mattina ha avuto come epicentro ancora l’area del modenese e del ferrarese. Sono crollate altre fabbriche provocando la morte di altri lavoratori. Come Cgil regionale ci stiamo raccordando con le Camere del Lavoro interessate di Ferrara, Modena e Bologna, con le istituzioni e la struttura nazionale per garantire il massimo supporto possibile”. A dirlo in una nota è Antonio Mattioli, della segreteria Cgil Emilia Romagna.

segue su rassegna.it

http://www.rassegna.it/articoli/2012/05/29/88056/terremoto-cgil-eromagna-intransigenza-su-sicurezza-lavoratori

————————


2087 Rls  formazione e informazione per la sicurezza sul lavoro – numero 6 anno 2012

FORMAZIONE: GLI ACCORDI STATO-REGIONI

Il 21 dicembre scorso sono stati firmati, dopo tre anni di gestazione, gli Accordi Stato-Regioni che definiscono durata, contenuti, modalità della formazione e dell’aggiornamento di datori di lavoro, dirigenti, preposti e lavoratori. “2087” dedica a questo tema il suo nuovo numero.

Dopo l’introduzione di Diego Alhaique, direttore scientifico della rivista, sui diversi provvedimenti emanati nelle ultime settimane per l’attuazione del Testo Unico, si entra nel merito degli Accordi. Si inizia con l’illustrazione di tutti i contenuti, divisi per le singole figure interessate (compresa una scheda sui requisiti per i docenti-formatori). Seguono poi i commenti di Giacinto Botti (Cgil Lombardia), Vasco Cajarelli (Cgil Umbria), Daniele Ranieri (Cgil Lazio), Gino Rubini (Cgil Emilia Romagna), Carmelo Farci (Cgil Sardegna), Cinzia Frascheri (Responsabile nazionale Salute e Sicurezza sul lavoro – Cisl), Gabriella Galli (Responsabile nazionale Salute e Sicurezza sul lavoro – Uil), Tommaso Campanile (Responsabile sicurezza della Cna nazionale), Luciano Silvestri (Coordinatore Cgil Fondi interprofessionali).

Sempre in tema di formazione, la rivista approfondisce la politica dell’Inail in materia, ospitando un intervento di Giannunzio Sinardi (Direzione centrale prevenzione). Altri autorevoli interventi sono quelli del presidente Snop Giorgio Di Leone, del presidente della Consulta interassociativa italiana per la prevenzione Rino Pavanello, dei rappresentanti dell’Aifos Rocco Vitale e Maria Frassine. Ultimo contenuto proposto dalla rivista è un interessante studio dell’Agenzia europea per la sicurezza sulla formazione per i lavoratori più giovani (fino a 25 anni).

Prezzo rivista 2.50 euro (2 euro per strutture sindacali e rls).
Abbonamento a 10 numeri: 25 euro (20 euro per strutture sindacali e rls).
Gli abbonati hanno diritto allo sconto del 20% sui titoli delle nostre collane.

Contatti
Stefania Parisi – 06 44 888 207
s.parisi@rassegna.it

————————–


SERVIZI SANITARI NAZIONALI NEL MIRINO di Gavino Macciocco

È cominciato l’assalto ai sistemi universalistici europei.  Nell’arco di un mese in Inghilterra e Spagna sono state approvate leggi che puntano alla privatizzazione e al mercato: nel primo paese sul versante della produzione ed erogazione dei servizi, nel secondo sul versante del finanziamento. La crisi economica ha offerto ai governi conservatori il pretesto per introdurre radicali riforme liberiste. Difficile dar torto a Naomi Klein quando ha scritto: “Quelli che si oppongono al welfare state non sprecano mai una buona crisi”.
Non sono trascorsi nemmeno due anni da quando – nel giugno 2010 (a sole sei settimane dalla  costituzione del nuovo governo guidato dal conservatore Cameron, uscito vincitore dalle elezioni politiche)  – veniva pubblicato un Libro Bianco che annunciava una profonda riforma del NHS (National Health Service). Una riforma radicale che, pur mantenendo il finanziamento pubblico basato sulla fiscalità generale, consegnava interamente al settore privato e ai meccanismi competitivi del mercato la gestione e l’erogazione dei servizi sanitari, dalle cure primarie all’assistenza ospedaliera.  Eliminava inoltre dal NHS tutte le attività preventive (dalle vaccinazioni agli screening), affidandone la responsabilità alle autorità municipali.

SEGUE SU FONTE SALUTEINTERNAZIONALE.IT

http://saluteinternazionale.info/2012/05/servizi-sanitari-nazionali-nel-mirino/#.T8NDbFaGc6U.twitter

—————————

NOTE SULLA FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER I LAVORATORI CON CONTRATTO DI BREVE DURATA

di Pietro Ferrari del Dipartimento Salute Sicurezza Ambiente della Camera del Lavoro
di Brescia

L’ARTICOLO

http://www.diario-prevenzione.it/dmdocuments/Formazione_contratti_brevi.pdf

—————————-


28/05/12 – SULL’ESONERO DEL PSC PER LAVORI DA ESEGUIRE IN CANTIERE CON IMMEDIATEZZA

Cassazione: l’esonero dell’obbligo di redigere il PSC per gli interventi urgenti previsto dalle disposizioni di legge nei cantieri edili opera nel caso che i lavori siano non solo avviati ma anche terminati nell’immediatezza. A cura di G.Porreca.

fonte PUNTOSICURO.IT

http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-cat-3/sull-esonero-del-psc-per-lavori-da-eseguire-in-cantiere-con-immediatezza-art-11925/

—————————-


28/05/12 – COME AFFRONTANO IL LAVORO STAGIONALE IN FRANCIA – DOCUMENTO INRS

Travail saisonnier et prévention des risques professionnels
Des initiatives locales, régionales ou sectorielles à généraliser ?

Plus d’un million de personnes occupent chaque année des emplois saisonniers dans l’agriculture, le tourisme, les services… Vu la grande variété des activités, des âges et profils, des formations ou du suivi médical, la prévention des risques professionnels chez les travailleurs saisonniers peut difficilement faire l’objet de généralités mais reste une nécessité. A signaler de nombreuses initiatives locales et régionales pour informer et accompagner les employeurs et les saisonniers.

SEGUE SU FONTE INRS

http://www.inrs.fr/accueil/header/actualites/travail-saisonnier.html

——————————

“LA PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO: LA PAROLA ALLE IMPRESE E NON SOLO”

Il 14 e il 15 Giugno 2012 si terrà a Milano il VI Seminario Internazionale sulla prevenzione del rischio da sovraccarico biomeccanico dal titolo “LA PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO: LA PAROLA ALLE IMPRESE E NON SOLO”
EPM Unita’ di Ricerca Ergonomia della Postura e del Movimento
In collaborazione con:
OMS    Organizzazione Mondiale della Sanità
IEA      International Ergonomics Association – TC MSD
SIE      Società Italiana di Ergonomia
SNOP   Società Nazionale Operatori della Prevenzione

Programma

http://www.epmresearch.org/documenti/Locandina_sovraccarico_biomeccanico_2012.pdf

—————————-


28/05/12 – TERREMOTO. PEDRINI (SIAIS): “INNOVARE E INVESTIRE SULLA SICUREZZA DEGLI OSPEDALI”

Per la presidente della Società italiana dell’Architettura e l’Ingegneria per la sanità il sisma che ha colpito l’Emilia “impone anche una riflessione sullo stato di salute degli ospedali italiani”.

“Il sisma che ha colpito l’Emilia, provocando vittime, danni alle cose e al patrimonio immobiliare, impone anche una riflessione sullo stato di salute degli ospedali italiani”. Ad affermarlo è Daniela Pedrini, presidente della Società italiana dell’Architettura e l’Ingegneria per la sanità (Siais), in riferimento all’evacuazione, in via momentanea, per motivi strettamente precauzionali e cautelativi, di due ospedali: quello di Mirandola e quello di Finale Emilia.

segue su fonte quotidianosanita.it

http://www.quotidianosanita.it/cronache/articolo.php?articolo_id=9078

—————————–

28/05/12 – IL TRASPORTO DI RIFIUTI PERICOLOSI SENZA FORMULARIO E’ REATO

a cura di Gianfranco Amendola

nota: le sentenze della cassazione citate sono raggiungibili mediante link nell’articolo

Il SISTRI continua a far danni. I dubbi, le modifiche ed i continui rinvii sulla operatività del SISTRi, infatti, hanno creato una diffusa situazione di incertezza, tale che oggi anche quel poco di legge che si potrebbe applicare non viene applicato.
Emblematico è quanto avvenuto nel settore del trasporto dei rifiuti con riferimento all’obbligo del formulario di trasporto e relative sanzioni.

l’articolo segue su fonte LEXAMBIENTE.IT

http://www.lexambiente.it/index.php?option=com_content&view=article&id=8089:rifiuti-trasporto-di-rifiuti-pericolosi-senza-formulario&catid=179&Itemid=30

————————-

LA FINE DEI SERVIZI (?)     

sabato 26 maggio 2012

NOTA DI EDITOR

Abbiamo ricevuto questa lettera di Giancarlo Mannozzi che pubblichiamo. Per la verità non crediamo bastino un pò di bravi carabinieri a risolvere i problemi dell’insicurezza del lavoro collegati alla irregolarità e alla illegalità. Peraltro non riteniamo che interventi di questo tipo senza l’apporto di tecnici della prevenzione specializzati possano individuare le anomalie e le violazioni tecniche in materia di sicurezza .Possono invece essere efficaci per contrastare la penetrazione della criminalità organizzata nel campo delle aziende di costruzione e individuare i flussi di capitali sporchi che entrano nel settore… Condividiamo invece la preoccupazione di Giancarlo  rispetto al destino dei SPSAL ovvero dei Servizi di prevenzione delle ASL, ma questo è un discorso assai lungo che ci riserviamo di sviluppare su diario prevenzione . editor

LA LETTERA

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3344&Itemid=110

————————


A CLASSIFICATION OF METHODS FOR ASSESSING AND/OR PREVENTING THE RISKS OF MUSCULOSKELETAL DISORDERS

Jacques Malchaire (Catholic University of Louvain)

Publication date : 2011

Number of pages : 48

Author(s) :

Jacques Malchaire (Catholic University of Louvain)

With the collaboration of :

Roland Gauthy (ETUI), Alain Piette (Department of Employment and Labour, Belgium) and Fabio Strambi (Siena Local Health Unit)

The ETUI has recently published a guide showing 15 methods for evaluating and preventing the risks of musculoskeletal disorders (MSDs) in the workplace. The methods are classified into three categories depending on the skills needed to use them: detection – analysis – expertise. Through this publication, the ETUI seeks to encourage the participation of workers and their representatives in the detection and prevention of MSDs.

ETUI, Brussels, ISBN 978-2-87452-223-9
For more information, please contact

Géraldine Hofmann

Buy printed version :
€15.00

Free download

fonte ETUI

http://www.etui.org/content/download/4972/49930/file/Guide_+MSD_contents.pdf

——————————


INCREASE IN CANCERS AND FERTILITY PROBLEMS MAY BE CAUSED BY HOUSEHOLD CHEMICALS AND PHARMACEUTICALS

Chemicals which disrupt the hormone system – also known as ‘endocrine disrupting chemicals’ (EDCs) – may be a contributing factor behind the significant increases in cancers, diabetes and obesity, falling fertility, and an increased number of neurological development problems in both humans and animals, according to a review of recent scientific literature commissioned by the European Environment Agency (EEA).

Chemicals which can potentially disrupt the endocrine system can be found in food, pharmaceuticals, pesticides, household products and cosmetics. In recent decades, there has been a significant growth in many human diseases and disorders including breast and prostate cancer, male infertility and diabetes. Many scientists think that this growth is connected to the rising levels of exposure to mixtures of some chemicals in widespread use.

The Weybridge +15 (1996-2011) report on endocrine disruptors was launched on 10 May at Brunel University outside London. It is the result of an international workshop that evaluated the findings of the last 15 years of research. The report follows the 1996 Weybridge report and associated workshop, where the problem of EDCs was first comprehensively discussed by regulatory authorities and scientists together.

SEGUE SU FONTE   ETUI

http://www.etui.org/Topics/Health-Safety/News/Increase-in-cancers-and-fertility-problems-may-be-caused-by-household-chemicals-and-pharmaceuticals

———————————

VENEZIA 2012: ASPETTANDO IL CONVEGNO “LE SFIDE DELLA PROMOZIONE DELLA SALUTE”

Paola Ragazzoni, Dors Piemonte

Le sfide della promozione della salute

Il livello politico-strategico
Il livello tecnico-scientifico
Il livello sociale-partecipativo
Comunicazione
Le sfide della promozione della salute

Dors partecipa attivamente a “Le sfide della Promozione della salute: dalla sorveglianza agli interventi sul territorio”manifestazione nazionale del programma Guadagnare Salute, Campus di San Giobbe dell’Università Ca’ Foscari – Venezia, 21-22 giugno 2012……

L’evento è promosso dal Ministero della Salute, dalla Regione Veneto, dall’Università Ca’ Foscari e dall’Istituto Superiore di Sanità. Il coordinamento è garantito dal “Programma d’informazione e comunicazione a sostegno degli obiettivi di Guadagnare Salute (PinC)”.

Questo di Venezia costituisce il secondo momento (dopo l’evento di Napoli, nel 2009) di incontro tra rappresentanti istituzionali, operatori sanitari, esponenti di altre amministrazioni, di imprese e della società civile, coinvolti nell’ambizioso percorso intersettoriale avviato da Guadagnare Salute per modificare la frequenza e l’esito delle malattie croniche e degenerative. È l’occasione per confrontarsi sui risultati conseguiti, sugli impegni da assumere e sulle nuove sinergie da sviluppare.

Anche Dors partecipa con entusiasmo a questo evento in diversi modi e momenti, eccoli evidenziati.

La manifestazione si articola su tre grandi livelli:

politico-strategico
tecnico-scientifico
sociale-partecipativo.

>>>> l’articolo segue su fonte DORS.IT

http://www.dors.it/pag.php?idcm=4644

=======================

TWITTER

Molte notizie su salute e sicurezza circolano anche su Twitter. Diario prevenzione ha un account twitter che “preleva” contenuti da 230 account specializzati in “Occupational health and safety”

Visita e segui

http://twitter.com/#!/dprevenzione

_______________

LA NEWSLETTER

Se questa newsletter ti piace e la ritieni utile , puoi segnalare  a un/a tuo/a amico/a o collega l’indirizzo del form per la registrazione.

La newsletter è gratuita.

http://www.diario-prevenzione.it/subscribe/iscrizione.php

——————-

12.17 04/06/2012

Arrivederci alla prossima settimana

Gino Rubini, editor di www.diario-prevenzione.it

°°°°°°

Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie

°°°°°°

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...