newsletter diario prevenzione :::: 24 maggio 2012 :::: vol.n°47-48 :::


newsletter diario prevenzione

www.diario-prevenzione.it

24 maggio 2012 – vol.n°47-48

notizie, documenti e link sui temi del governo dell’ambiente, della salute
e della sicurezza nel lavoro
e sulla responsabilità sociale d’impresa

&&&

LA SETTIMANA IN 50 RIGHE

Il terremoto  ha sconvolto una parte dell’Emilia nelle province di Modena e Ferrara. Le strutture che non hanno retto sono state chiese antiche e torri medievali,  sedi comunali e alcuni capannoni industriali in provincia di Ferrara. Nel crollo dei capannoni industriali sono morti quattro lavoratori che stavano lavorando nel turno di notte.

Se il terremoto fosse avvenuto nel turno giornaliero la tragedia sarebbe stata ancora più grande, il numero delle vittime sarebbe verosimilmente decuplicato.

Questo evento tragico ha disvelato la vulnerabilità ai terremoti di diversi capannoni ed edifici industriali anche di recente costruzione.

Per quali motivi edifici industriali recentissimi non hanno retto l’onda d’urto del terremoto mentre capannoni costruiti negli anni ‘ 50 hanno fatto fronte alla stessa situazione ?

Queste sono le domande cui occorre dare una risposta

E’ evidente che occorre un’indagine approfondita sulle caratteristiche della progettazione e della messa in opera di questi edifici costruiti con moduli prefabbricati montati ad incastro molto spesso non adeguatamente  fissati….

L’altro aspetto riguarda la mappazione del rischio sismico: è palese che la suddivisione  in fascie di rischio in questo caso non ha funzionato. Il tema è molto complesso e gli stessi sismologi portano nei convegni posizioni differenziate.
I comuni ove si è verificato il sisma erano classificati a basso rischio perchè la serie storica degli eventi era bassa…

Occorre rivedere i regolamenti e disporre una maggiore sicurezza e qualità progettuale e di costruzione per tutti gli edifici anche nelle aree valutate come a rischio sismico basso.

Va introdotto il “principio di precauzione” : anche nelle zone classificate a basso rischio sismico le costruzioni dovranno essere progettate  e messe in opera con un livello di gestione del rischio medio-alto.

Non servono polemiche, serve  un lavoro accurato di valutazione degli edifici esistenti con interventi di rafforzamento della sicurezza statica degli stessi, dalle scuole ai capannoni industriali e agricoli fino agli edifici pubblici.

Sarà un lavoro pesante e costoso , tanto più difficile da attuare in una fase di crisi ma che deve essere fatto. Deve essere fatto perchè non succeda più che  il capannone crolli sulle persone che stanno lavorando. Occorre per davvero voltare pagina: in Emilia Romagna non esistono “zone franche” rispetto alle misure antisismiche da adottare,  per evitare nel futuro ciò che è successo in molte aziende dell’alto ferrarese e del modenese.

editor

————————-

Sitografia in materia

Geologia, sismica e suoli. Documenti, link sui temi della sismicità in Emilia Romagna

http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/geologia/

==========================

EVENTI SEMINARI E CORSI

=========================

Nuovo seminario del SIRS – RER

Azioni della Regione Emilia-Romagna in merito all’applicazione dell’Accordo sulla formazione dei Lavoratori (ex art. 37 D. lgs 81/08)

Bologna – 4 Giugno 2012

Il seminario entrerà nel merito dell’Accordo Stato-Regioni sulla formazione dei lavoratori del 21 dicembre 2011 e cercherà di dare indicazioni e suggerire modalità operative ai RLS-RLST-RLSS che si troveranno ad essere consultati dal datore di lavoro o per avanzare eventuali proposte in merito all’organizzazione del momento formativo aziendale.
L’evento è gratuito e si terrà a Bologna il 4 giugno 2012 alle ore 9,00, presso la Sala Conferenze della Terza Torre del complesso della Regione Emilia-Romagna, in via della Fiera, 8.
È obbligatoria l’iscrizione compilando la scheda di partecipazione allegata alla brochure dell’evento.

Crediti ex D.Lgs. 195/03 per RSPP e ASPP e Crediti ECM

PROGRAMMA LAVORI

http://www.sirsrer.it/public/eventi/2012_4_giu_Seminario_Formazione_SIRSRER.pdf

—————————————-

ITALIA DEI VALORI    SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’

LA SALUTE NON SI VENDE

Come rilanciare impegno e azioni per la salute e la sicurezza dei lavoratori

8 giugno 2012  ore 14,30  –> ore 19,30

Sala delle Feste Palazzo Bastogi

via Cavour 18

FIRENZE

PROGRAMMA LAVORI

http://www.diario-prevenzione.it/docbiblio/conv%20SEL%20IDV%20LAVORO_SALUTE.jpg

—————————————–


24/05/12 – FRANCE : LA SANTÉ DES JEUNES SE DÉGRADE

Universite Lyon 1, ©Laurent CERINO/REA, 201

Il y a de quoi être inquiets. Un étudiant sur cinq juge que son état de santé s’est dégradé par rapport à l’année précédente et un tiers (34 %) déclare même avoir renoncé à des soins médicaux au cours des 12 derniers mois, principalement pour des raisons financières (29 %). C’est ce qui ressort de l’enquête « Santé et conditions de vie des étudiants », par la Mutuelle des étudiants (LMDE), en partenariat avec la Mutualité Française.

Ce n’est pas le fait que la majorité des étudiants (82 %) s’estime en bonne santé qui peut être rassurant. Alors que le nouveau président de la république, François Hollande, fait de la jeunesse une priorité de son quinquennat, Etienne Caniard, président de la Mutualité française, et Gabriel Szeftel, Président de la Lmde présentaient ce matin les résultats de l’enquête nationale « Santé et conditions de vie des étudiants ». Un livre de 300 pages qui compile une multitude de données à travers 8 thématiques : conditions de vie, état de santé, santé psychique, consommations de tabac, d’alcool et autres produits, vie affective et sexuelle, habitudes alimentaires, rythme de vie et loisirs…

>>> segue su fonte VIVA

http://www.viva.presse.fr/La-sante-des-jeunes-se-degrade_16983.html

—————————————-


23/05/12 – SICUREZZA E LAVORO, CICLO SEMINARI PER IMPRESE PROVINCIA DI PIACENZA

Seminari per imprese Provincia di Piacenza.

Dal 31 maggio all’11 giugno, Centro per l’impiego, Borgo Faxhall, piazzale Marconi.

Partirà il 31 maggio a Piacenza, un ciclo di seminari formativi rivolto alle aziende e ai lavoratori del territorio organizzato dalla Provincia di Piacenza, Camera di Commercio, ASL, INPS e INAIL. Una serie di incontri, che si protrarrà fino all’11 giugno su temi cruciali per la tenuta e lo sviluppo d’impresa.

Il convegno di apertura, ripetiamo giovedì 31 maggio, riguarderà la salute e la sicurezza sul lavoro. Si terrà negli ufficio del Centro per l’impiego Borgo Faxhall in piazzale Marconi, (la stessa sede ospiterà anche il resto degli incontri) e sarà convocato dagli enti citati in precedenza con collaborazione e la cura dell’Azienda unitaria sanità locale e l’U.O. prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro.

segue su fonte

PROVINCIA PIACENZA

http://lavoro.provincia.pc.it/Allegati/Articoli/seminari_imprese_1452012-131957.pdf

————————————–

COMUNICATO STAMPA   

“Terremoto: perdere la vita in fabbrica”
Dichiarazione di Antonio Mattioli, segreteria Cgil Emilia Romagna

Il dolore, lo sconforto, la paura, il pensiero rivolto alle vittime, la voglia di reagire, sono i sentimenti che accomunano la gente dell’Emilia Romagna in questo momento.
Ma c’è rabbia, tanta rabbia, pensando ai lavoratori morti nel turno di notte tra sabato e domenica nelle fabbriche del ferrarese.

Nessuno vuole speculare sull’evento imprevedibile e sulla morte, ma morire perchè le fabbriche non stanno in piedi non è sopportabile, è inaccettabile.
Adesso la magistratura farà il suo corso, ma la mancata sicurezza nel posto di lavoro non può essere derubricata come fatalità: su come vengono costruite le fabbriche e sul “meno costa, meglio è” bisogna fare chiarezza.

Da subito, in accordo con le istituzioni regionali e nazionali, insieme a Cisl e Uil, siamo intervenuti per sostenere le migliaia di lavoratori che hanno perso il lavoro, o rischiano di perderlo a causa di quello che è successo. Ma vogliamo lavorare in sicurezza: la nostra vita non può dipendere da un capannone costruito male.

                                                            Antonio Mattioli
                                                 Responsabile Politiche Industriali
                                                  Segreteria Cgil Emilia Romagna

Bologna, 21 Maggio 2012

—————————————


21/05/12 – DVR PROCEDURE SEMPLIFICATE PER PMI – SINTESI ACCORDO NAZIONALE

Raggiunto in sede di Commissione consultiva permanente il 16 maggio 2012. Dovrà andare in Conferenza Stato-Regioni e poi Gazzetta Ufficiale, approvato in tramite un Decreto inrterministeriale.

Accordo DVR Procedure Semplificate per PMI, raggiunto in sede di Commissione consultiva permanente il 16 maggio 2012, ai sensi dell’art. 6, comma 8, lettera f) del D.Lgs. 81/2008.

NON…. entra immediatamente in vigore, poichè dovrà:
– andare in Conferenza Stato-Regioni
– e poi approvato tramite un Decreto inrterministeriale;
– infine pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

l’articolo segue su  fonte  Associazione ambientelavoro  amblav.it

http://www.amblav.it/news_dettaglio.aspx?IDNews=8693

——————————————


KOREA: CANCER KILLS ANOTHER YOUNG SAMSUNG WORKER

A 32-year-old Korean worker has become the latest cancer casualty of Samsung’s assembly line. Safety campaigners say on 7 May, Lee Yunjeong was the 55th person to die as a result of exposure to toxic chemicals in the multinational’s Korean factories. She leaves behind a husband and two children.

Lee Yunjeong worked in the Samsung semiconductor Assembly & Test factory in Onyang for six years from 1997 to 2003, and was diagnosed with malignant brain cancer in 2010. According to SHARPS, the organisation which has been campaigning on behalf of Samsung workers suffering from occupational cancers, 140 Samsung workers have contracted work-related diseases and 55 of them have died. In June 2011, the Seoul Administrative Court made a landmark ruling relating to two of the deaths, recognised the link between the leukaemia that killed them and their work at Samsung (Risks 512).

—>  segue su fonte

http://www.tuc.org.uk/workplace/tuc-21052-f0.cfm#tuc-21052-19

——————————————–

SENTENZE

Cassazione Penale, Sez. 3, 03 maggio 2012, n. 16377 – Omissione delle misure di sicurezza necessarie ad evitare cadute nel vuoto degli operai

Responsabilità del rappresentante legale di una srl per aver omesso di approntare le misure di sicurezza necessarie per evitare cadute nel vuoto degli operai; nonchè il pericolo di danni all’integrità fisica degli stessi in relazione all’esecuzione dei lavori inerenti all’uso di seghe elettriche ed in relazione all’eventuale caduta dall’alto di materiale pericoloso.

Condannato, ricorre in Cassazione – Inammissibile.

Le censure dedotte nel ricorso sono generiche ed infondate perchè in contrasto con quanto accertato e congruamente motivato dal giudice del merito.

SEGUE SU

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3329&Itemid=2

———————————————

21/05/12 – PARRUCCHIERI, SIGLATO UN ACCORDO SU NUOVI STANDARD DI SICUREZZA EUROPEI

Il documento si basa sulle migliori pratiche esistenti negli Stati membri che si sono dimostrate efficaci nel ridurre i rischi per la salute legati alla professione. A partire dalle malattie cutanee, che in questo settore colpiscono in una percentuale dieci volte superiore rispetto alla media
ROMA – Il sindacato Uni Europa Hair & Beauty e l’associazione di datori di lavoro Coiffure Eu hanno raggiunto un accordo sugli orientamenti destinati ad assicurare un ambiente di lavoro sano e sicuro per i parrucchieri. Il documento si basa sulle migliori pratiche esistenti negli Stati membri, che si sono dimostrate efficaci nel ridurre i rischi per la salute legati alla professione. Quella di parrucchiere, infatti, è l’occupazione che comporta i rischi più elevati di sviluppo di malattie cutanee. In alcuni Paesi, fino al 70% dei parrucchieri soffre di danni alla pelle associati all’attività lavorativa, una percentuale almeno 10 volte superiore rispetto alla media relativa ai lavoratori di tutti i settori.

segue su fonte inail.it

http://www.inail.it/Portale/appmanager/portale/desktop?_nfpb=true&_pageLabel=PAGE_SALASTAMPA&nextPage=Prodotti/News/2012/Prevenzione_e_rischi/info1601471517.jsp

———————————————–


21/05/12 – LABORATORI CHIMICI: LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO

Aggiornate le linee guida per la valutazione del rischio da esposizione ad agenti chimici pericolosi e ad agenti cancerogeni e mutageni con riferimento all’attività delle Agenzie ambientali e all’attività nei laboratori chimici.

segue su fonte puntosicuro.it

http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-cat-3/laboratori-chimici-linee-guida-per-la-valutazione-del-rischio-art-11903/

———————————————–


21/05/12 –  Crisi sociale e salute fonte unita.it

Disoccupazione, insicurezza nel lavoro, difficoltà economiche e stress cronico producono danni alla salute ampiamente documentati.  Studi effettuati in Gran Bretagna mostrano che le persone disoccupate hanno una mortalità del 20 – 25% più alta rispetto alle persone occupate dell’equivalente gruppo socioeconomico.

Ma gli effetti più gravi e devastanti di una crisi sociale sulla salute si sono registrati in Russia in corrispondenza della dissoluzione dell’Unione Sovietica, culminata con l’abolizione del governo sovietico e la creazione delle repubbliche indipendenti alla fine del 1991.  Ebbene in pochissimi anni – dal 1987 al 1994 – la vita media degli uomini russi, a causa di un terribile eccesso di mortalità, precipitò da 65 a 57 anni.  La Figura mostra bene l’andamento del fenomeno; da segnalare che dopo il 1994 la curva della vita media torna a risalire, ma nel 1998 – in corrispondenza di un aggravamento della crisi economica con la svalutazione del rublo – la curva torna flettersi e solo dal 2005 si registra una ripresa che tuttavia non è ancora riuscita a riportare i valori della vita media a quelli del 1987.

>>> SEGUE SU

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3326&Itemid=2

———————————————-


LADRI DI SPERANZA

Basta crederci, essere disperati e pagare. Molto: dai 7 mila ai 36 mila euro. Così «le
cliniche della guarigione» promettono cure fasulle per Alzheimer, Parkinson, depressione,
sclerosi multipla… Con cellule derivate, in alcuni casi, da feti animali.

«Panorama», con casi
clinici inventati, si è rivolto a quattro di questi centri. Scoprendo realtà ai limiti dell’incredibile.

di Gianluca Ferraris e Ilaria Molinari

segue su ec.europa.eu

http://ec.europa.eu/health-eu/journalist_prize/2010/docs/article_it_it.pdf

———————————————


18/05/12 – A NOVEMBRE CONFERENZA NAZIONALE AMIANTO A VENEZIA.

La seconda conferenza nazionale sull’amianto si terra’ a Venezia a novembre. La Conferenza avrà come obiettivo l’elaborazione di un bilancio di quanto svolto fino a ora a livello nazionale e la definizione di  un piano generale per il contrasto alla fibra killer

Il ministro della Salute, Renato Balduzzi ha annunciato l’iniziativa, e ha affermato che, nel corso della conferenza, si dovra’ preparare “un intervento organico” perche’ l’asbesto “e’ un problema nazionale, e non circoscritto” ai soli luoghi dove in passato e’ stato presente, utilizzato e lavorato.

———————————————

OLIMPIADI 2012: GRAVI ABUSI CONTRO I LAVORATORI DELLE FILIERE DEGLI ABITI SPORTIVI

Violati i diritti umani dei lavoratori nelle  fabbriche dei fornitori Olimpici 2012.

“La campagna Fair Play rivela come  le grandi firme  sportive continuino a violare le norme internazionali sul lavoro  nelle loro catene di fornitura.

I lavoratori che producono abbigliamento sportivo  olimpica per Londra 2012 per le migliori marche e le firme più importanti tra cui Adidas trattano i lavoratori con salari da fame. I lavoratori sono costretti a lavorare con  straordinari eccessivi e sono  minacciati di licenziamento immediato se si lamentano per le condizioni di lavoro, secondo un nuovo rapporto dalla  campagna Playfair 2012 pubblicato il 6 maggio.

IL RAPPORTO

http://www.tuc.org.uk/tucfiles/291/sportswear.pdf

———————————————–

17/05/12 – ITACA: STRUMENTI PER L’IMPLEMENTAZIONE DI UN SGSSL E  CHECK LIST DI AUTOVALUTAZIONE PER LE MICRO IMPRESE

FONTE DIARIO PREVENZIONE  IL DOCUMENTO

http://www.diario-prevenzione.it/dmdocuments/17612GUIDA_SGSL_MICRO%5B1%5D.pdf

————————————————-


Sentenza Corte di Cassazione 24 maggio 2011, n. 20576.

” La responsabilità penale diretta del datore di lavoro e dei dirigenti ad esso assimilati non è affatto esclusa …”
La responsabilità penale diretta del datore di lavoro e dei dirigenti ad esso assimilati non è affatto esclusa per la sola designazione di una  responsabilità per la sicurezza

il testo

http://www.diario-prevenzione.it/dmdocuments/17607cas_pen_24-05-20%5B1%5D.pdf

————————————————–


PROGETTO PM CARE – DIMINUZIONE DELLA FUNZIONALITÀ RESPIRATORIA IN SOGGETTI ESPOSTI AD AUMENTATI LIVELLI DI PARTICOLATO URBANO

INTRODUZIONE

Aumentati livelli di inquinamento urbano da particolato atmosferico (PM) sono stati associati ad aumentata mortalità e morbilità per malattie respiratorie e cardiovascolari. I meccanismi responsabili di questi effetti non sono completamente noti, anche se vi è evidenza che l’esposizione a PM può esitare nell’attivazione dell’infiammazione a livello locale e sistemico. L’attivazione di mediatori dell’infiammazione, quali interleuchine (IL-4, IL-5, IL-6, IL-10, e IL-13) e GM-CSF (granulocyte-macrophage colony-stimulating factor), può determinare lo sviluppo o la progressione della bronco-pneumopatia-cronica-ostruttiva (BPCO) e l’esacerbazione della malattia asmatica. La formazione di radicali liberi e lo stress ossidativo giocano un altrettanto importante  ruolo in questo processo.

MATERIALI E METODI

Lo studio esamina gli effetti acuti dell’esposizione a PM in 3 gruppi di soggetti affetti rispettivamente da malattia cardiovascolare (34 soggetti), malattia respiratoria (18 soggetti) e in un gruppo di cosiddetti sani, non affetti dalle patologie precedentemente indicate (27 soggetti). La valutazione dell’esposizione personale a PM è stata eseguita nelle 24 ore precedenti l’esame.. I parametri ambientali sono stati misurati due volte, in estate e in inverno per lo stesso soggetto e hanno incluso la determinazione del particolato fine (PM2.5), ultrafine (PM0,1) e grossolano (PM10).
La misurazione dei parametri clinici ha incluso l’esecuzione di spirometria.

FONTE ARTICOLO >>> SICUREZZAONLINE.IT

http://www.sicurezzaonline.it/homep/infcro/infcro2012/infcro201205/infcro20120515.htm

————————————————–

17/05/12 – IMPARARE DAGLI ERRORI: TUTELARE SALUTE E SICUREZZA DEGLI IMBIANCHINI

Esempi tratti dall’archivio di Infor.mo.: incidenti relativi alle attività di imbianchini, intonacatori e stuccatori. Le dinamiche degli infortuni, i rischi di caduta, le installazioni per la manutenzione e la tutela della salute dei lavoratori.

>>> segue su puntosicuro.it

http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-cat-3/imparare-dagli-errori-tutelare-salute-sicurezza-degli-imbianchini-art-11897/

————————————————-


16/05/12 – RIMINI, LICENZIATO PERCHÉ PARLA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L’Azienda Marr S.p.A. ha licenziato il dirigente sindacale FILCAMS CGIL ed RSL Antonio Urbinati, dipendente presso Marr Uno, e da sempre impegnato a livello sindacale per sostenere i diritti dei lavoratori e per portare avanti le giuste battaglie per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Antonio aveva rilasciato al Corriere Rimini delle dichiarazioni relative alla sicurezza nei luoghi di lavoro ed alle potenziali situazioni che possono verificarsi nell’ambito del lavoro appaltato.

SEGUE SU

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3317&Itemid=2

————————————————-

16/05/12 – LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLE MACCHINE: RISCHI PALESI E OCCULTI

Su una macchina certificata CE quali rischi sono da valutare? Il distinguo tra i rischi palesi e occulti. La valutazione dei rischi delle macchine alla luce della recente giurisprudenza della Cassazione. Di Alessandro Mazzeranghi.

segue su puntosicuro.it

http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-cat-3/la-valutazione-dei-rischi-delle-macchine-rischi-palesi-occulti-art-11894/

————————————————-

16/05/12 – DETERMINANTI SOCIALI DELLA SALUTE DEI GIOVANI: IL REPORT INTERNAZIONALE HBSC 2009-2010

Franco Cavallo – responsabile nazionale studio Hbsc, Università degli Studi di Torino
Daniela Galeone – Dipartimento della Sanità pubblica e dell’innovazione, Ministero della Salute
Angela Spinelli –  reparto Salute della donna e dell’età evolutiva, Cnesps-Iss

10 maggio 2012 – Giunto alla quinta edizione, il rapporto internazionale Hbsc si concentra sui determinanti sociali di salute e sul benessere dei giovani in età scolare. “Social determinants of health and well-being among young people” (pdf 44,1 Mb) è infatti il titolo del documento pubblicato dall’Oms Europa ad aprile 2012 e relativo all’indagine 2009-2010 dello studio Health Behaviour in School-aged Children (Hbsc).

segue su fonte epicentro.it

http://www.epicentro.iss.it/focus/guadagnare_salute/Hbsc2009_2010.asp

——————————————–

MANUALE ILLUSTRATO PER LAVORI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI AI SENSI DELL’ART. 3 COMMA 3 DEL DPR 177/2012

http://www.lavoro.gov.it/NR/rdonlyres/6F1B80BE-9CA0-4549-9FBB-068D3D86CA0A/0/Manuale_18042012.pdf

———————————————


PUBBLICHIAMO IL TESTO CON LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA ETERNIT DEL 13 FEBBRAIO 2012

Sono state depositate oggi le motivazioni della sentenza c/ Eternit pronunciata dal Giudice di Torino, in sede penale, contro i vertici dell’impresa il 13 febbraio 2012.

IL TESTO DELLA SENTENZA

http://www.diario-prevenzione.it/docbiblio/sentenza_eternit.pdf

———————————————–


15/05/12 – L’esposizione alla formaldeide potrebbe compromettere la fertilità negli uomini

Un documento nel  Journal of Occupational and Environmental Medicine del maggio, pubblicazione ufficiale della American College of Occupational and Environmental Medicine (ACOEM) riporta le notizie sui risultati di una ricerca sui lavoratori cinesi esposti a formaldeide che avrebbero avuto problemi di fertilità….

l’articolo prosegue su fonte  OH&S

http://ohsonline.com/articles/2012/05/11/formaldehyde-exposure-may-affect-fertility-in-men.aspx

______________

TWITTER

Molte notizie su salute e sicurezza circolano anche su Twitter. Diario prevenzione ha un account twitter che “preleva” contenuti da 230 account specializzati in “Occupational health and safety”

Visita e segui

http://twitter.com/#!/dprevenzione

_______________

LA NEWSLETTER

Se questa newsletter ti piace e la ritieni utile , puoi segnalare  a un/a tuo/a amico/a o collega l’indirizzo del form per la registrazione.

La newsletter è gratuita.

http://www.diario-prevenzione.it/subscribe/iscrizione.php

——————-

Arrivederci alla prossima settimana

Gino Rubini, editor di www.diario-prevenzione.it

°°°°°°

Per favore non stampare questa newsletter
per non sprecare risorse energetiche ed ambientali . grazie

°°°°°°

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...