news diario prevenzione :: 21 febbraio 2012 :: vol.n° 39 ::


newsletter diario prevenzione


www.diario-prevenzione.it

21  febbraio 2012 – vol.n°39

notizie, documenti e link sui temi del governo dell’ambiente, della salute e della sicurezza nel lavoro
e sulla responsabilità sociale d’impresa

&&&

LA SETTIMANA

LAVORO E SALUTE. OCCORRE FARE IL PUNTO DOVE SIAMO E DOVE STIAMO ANDANDO…

In questa settimana è in svolgimento il “dialogo” del governo con le parti sociali sulla riforma del mercato del lavoro e di parti importanti del welfare.

Le decisioni che scaturiranno da questo “dialogo” segneranno in modo profondo progetti e condizioni di vita di milioni di lavoratori dipendenti. Molto, troppo spesso la gentile ministra richiama l’attenzione dei partner sociali sul fatto che il governo deciderà comunque, con o senza il consenso degli invitati al “dialogo”. Più che di dialogo possiamo dire che si tratta di un “monologo” nel quale il governo ripete come in un mantra le litanie sull’abolizione dell’art.18 e sugli ammortizzatori sociali che dovrebbero funzionare senza risorse  pubbliche….

La riforma del mercato del lavoro e del welfare, se avverranno nelle forme prospettate dal governo, trasformeranno in profondità i rapporti di potere all’interno dei luoghi di lavoro e renderanno più vulnerabili i lavoratori che saranno indotti ad accettare condizioni di lavoro border line con la insostenibilità per la salute e la sicurezza sul lavoro.

A Pomigliano d’Arco, secondo diverse testimonianze, sono già in atto modalità d’intensificazione del lavoro e forme di pressione psicologica al limite dell’umana sopportazione…

Siamo di fronte ad una trasformazione epocale negativa nella quale la scienza dell’estrazione di valore dal lavoro e la separazione del lavoro dalla persona del lavoratore, dalla sua fisicità, dai suoi bisogni e desideri sta giungendo alla perfezione con la definitiva codificazione nelle stesse regole del mercato del lavoro e del welfare. L’alternativa a queste condizioni è l’adattamento alla precarietà a vita, nel flusso dell’economia improvvisata e informale, senza progetto e prospettive…

Si è deciso di prolungare l’attività lavorativa oltre i 65 anni a prescindere dalle tipologie dei lavori svolti, un’operazione che poteva essere meditatasolo da chi è lontano dai luoghi di lavoro  e non conosce la penosità del lavoro fisico.

LA comunità scientifica che si occupa di prevenzione nelle diverse discipline e in particolare per quanto attiene la gestione dei rischi per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro non può sottrarsi da un confronto con le trasformazioni che saranno indotte dalla crisi  e dalle nuove regole del mercato del lavoro e del welfare.

Tutto ciò che si è costruito dagli anni ‘ 70 in poi nel campo della prevenzione e della tutela della salute e della sicurezza nel lavoro è un patrimonio enorme che va rivisitato e depurato dalle ridondanze e dalle sovrapposizioni burocratiche, non va marginalizzato o inertizzato come intenderebbe fare chi proviene dalle stanze ovattate dei consigli di amministrazione di banche e fondazioni.

Il lavoro scompare, cambia e si ripresenta con profili di rischio per la salute e la sicurezza in continua trasformazione e chi vive del lavoro deve fare i conti con questa realtà in mutazione,  ogni giorno, sulla propria pelle. Questo è l’oggetto su cui dovrano misurarsi per primi  i lavoratori  e tutti coloro che per professione si occupano di prevenzione e tutela della salute dei lavoratori. Buon lavoro. editor

Riferimenti bibliografici

– Vulnerabilità sociale e democrazia: una sfida aperta
http://www.dors.it/pag.php?idcm=4549

– Diritto alla salute, ma non per tutti è uguale
Grazia Bertiglia, Dors Piemonte
http://www.dors.it/pag.php?idcm=4447

– Effetti sulla salute della crisi finanziaria: presagi di una tragedia greca.
Luisella Gilardi, DoRS
http://www.dors.it/pag.php?idcm=4546

– «Chrysler, storia di finanza e di sfruttamento operaio»
http://www.inchiestaonline.it/lavoro-e-sindacato/giordano-sivini-%C2%ABchrysler-storia-di-finanza-e-di-sfruttamento-operaio%C2%BB/

– «Attenzione alle favole danesi di Mario Monti»
http://www.inchiestaonline.it/economia/bruno-amoroso-%C2%ABattenzione-alle-favole-danesi-di-mario-monti%C2%BB/

________________

EVENTI SEMINARI
CONVEGNI

________________

AIRESPSA. CORSO MAPPING A PIACENZA 30,31 MARZO 2012

AIRESPSA in collaborazione con la AUSL di Piacenza e la MIND POINT ha il piacere di presentare il corso di formazione:  “Il Mapping e la comunicazione del rischio in sanità ”
Il corso di svolgerà venerdì 30 e sabato 31 marzo 2012 presso la Sala delle Colonne della AUSL di Piacenza in Via Taverna 49 – 29100 Piacenza – Italy
Docenti:
Dott. Luca Baiguini
Dott. Franco Pugliese

Clicca qui e scarica la Brochure e qui per la scheda di iscrizione da inviare via fax al numero 0102463340.

http://www.airespsa.eu/index.php?option=com_content&view=article&id=225:corso-mapping-a-piacenza&catid=911:notizie-generali&Itemid=50

——————————

——————

20/02/12 – Aias . Convegno sugli accordi formativi

Si terrà a Venezia il 29 febbraio il convegno Aias “Contenuti e aspetti gestionali degli accordi stato regioni sulla formazione di qualità per la sicurezza”. Ingresso gratuito.

Recentemente sono stati approvati in data 21/12/2012 in ambito Conferenza Stato Regioni i due accordi previsti dal Testo Unico Sicurezza sulla formazione rispettivamente dei lavoratori, preposti, dirigenti e dei Datori di Lavoro che assumono incarico RSPP.
Essi rappresentano un importate tassello di completamento del quadro normativa per la formazione di qualità nei settori sicurezza e salute.
Gli accordi definiscono gli enti autorizzati, i requisiti dei docenti, i programmi, le ore, le modalità per la verifica dell’apprendimento e altri aspetti degli accordi.
Il convegno intende illustrare i principali aspetti dei nuovi accordi, inseriti nel contesto europeo e internazionale, da molteplici aspetti mediante relatori di elevato profilo.
Verrà inoltre illustrata la rete AIAS ISFoP Forma (PAIF) per la diffusione sul territorio Italiano dei corsi di alta qualità realizzati da AIAS – ISFoP.

segue su fonte puntosicuro.it

http://www.puntosicuro.it/aifos-cat-37/convegno-sugli-accordi-formativi-art-11639/

______________________________

Notizie su ambiente, salute e
sicurezza nel lavoro &
democrazia

______________________________


21/02/12 – RINNOVATO IL FOCUS INFORTUNI SUL LAVORO DELLA REGIONE PIEMONTE  DEL SITO DORS.IT

Sul sito Dors.it è stato rinnovato il focus infortuni. Uno strumento  di rilevante utilità per comprendere meglio le dinamiche e i possibili determinanti degli stessi.  Le modifiche non riguardano solo il layout ma anche i contenuti. Una nuova area raccoglie infatti le informazioni del sistema di sorveglianza della regione Piemonte sugli infortuni mortali.

>>>

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3119&Itemid=2

——————————

20/02/11 – RIFORMA MERCATO LAVORO: GOVERNO VA AVANTI

(regioni.it) Il Governo sembra intenzionato davvero a voler accelerare sulla riforma del mercato del lavoro e punta a presentarla in Parlamento “entro fine marzo”, anche “senza l’accordo” con le parti sociali. A indicare la strada è stato il presidente del consiglio, Mario Monti, parlando alla comunita’ finanziaria a Piazza Affari. Monti si è comunque detto “fiducioso” che si possa raggiungere un’intesa. E poco dopo e’ toccato al ministro del Welfare, Elsa Fornero, riunito a Via Veneto con le parti sociali e le Regioni, definire la road map: “La riforma degli ammortizzatori sociali non può partire prima dell’autunno del 2013 e si farà con i soldi che abbiamo”.
Ma i sindacati dicono no. “Dire che la riforma degli ammortizzatori potrà partire ad autunno 2013 è forse troppo ottimistico. Non sappiamo quanto ancora dureranno gli effetti della crisi”, ha detto la leader della Cgil, Susanna Camusso. “Il governo deve chiarire cosa vuole fare” sugli ammortizzatori sociali, ha affermato Raffaele Bonanni, leader della Cisl. “Deve precisare chi sono i ‘tutti’ che vuole aiutare. Dove si prendono i soldi e chi paga, altrimenti si va a finire come con le pensioni”, ha aggiunto.

segue su

http://www.regioni.it/it/show-1976/newsletter.php?id=1473#art9429

——————————-

segnalazione articoli

La dinamica del “capro espiatorio”: mobbing, bullismo ed emarginazione.
Tomei G

Tomei G 1

1 Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma

Citation: Tomei G. La dinamica del “Capro Espiatorio”: mobbing, bullismo ed emarginazione.
Prevent Res 2012; 2 (1): 36-42

Parole chiave: capro espiatorio, conformismo, emarginazione, mobbing, bullismo, gruppo

http://www.preventionandresearch.com/la-dinamica-del-capro-espiatorio-mobbing-bullismo-ed-emarginazione.html

——————————-


20/02/12 – Regards sur les mutations du travail. Vincent de Gaulejac, professeur de sociologie à Paris VII

Le sociologue Vincent de Gaulejac était l’invité de la matinale de la Radio Suisse Romande. Il a partagé avec les auditeurs son regard sur les mutations du travail et les enjeux d’amélioration des conditions de travail.

Vincent de Gaulejac est professeur de sociologie à l’université Paris-Diderot, directeur du Laboratoire du Changement Social.

En complément d’autres disciplines telles que l’ergonomie, l’économie, ou encore la psychologie, la sociologie enrichit le regard porté sur le travail contemporain. La sociologie du travail questionne particulièrement les rapports que tissent les hommes et les femmes dans le milieu du travail, en partant du postulat que ces rapports sont multiples, complexes, et concernent à la fois le temps du travail et le temps hors travail, le “dedans” et le “dehors” de l’entreprise, de l’atelier, du lieu de travail.

vai ad ascoltare l’intervista su anact.fr

http://www.anact.fr/web/actualite/essentiel?p_thingIdToShow=24695593

——————————–

20/02/12 – A gennaio un morto al giorno nei luoghi di lavoro

Il bilancio dell’osservatorio Vega Engineering: 31 le vittime nel primo mese del 2012 senza contare gli incidenti in itinere. Record negativo per Toscana e Lombardia. È ancora l’agricoltura il luogo più rischioso, seguito dalle costruzioni e dai trasporti

Nel primo mese dell’anno sono stati 31 i morti sul lavoro in Italia, una vittima al giorno. Record negativo per la Toscana (complice la tragedia della nave Concordia) e la Lombardia: in entrambe le regioni le vittime sono state sei. Lo afferma l’osservatorio per la sicurezza sul lavoro di Vega Engineering, il cui bilancio rileva però solamente gli incidenti nei luoghi di lavoro. Sono quindi esclusi quelli in itinere e quelli dovuti alla circolazione stradale.

Grosseto la provincia più colpita, non solo in termini assoluti ma anche considerando la popolazione lavorativa. Seguono per numero di decessi Novara, Bergamo e Brescia. Il centro della penisola spicca sul resto del paese con il 27,6 per cento delle vittime. È ancora l’agricoltura il luogo più rischioso (circa il 42 per cento di tutte le vittime), seguito dalle costruzioni e dai trasporti, magazzinaggi e comunicazioni. tre persone su dieci hanno perso la vita schiacciati da oggetti pesanti, due su dieci per una caduta dall’alto. fonte rassegna.it

———————————

——————————–

17/02/12 – NANOMATERIAUX – DES PRÉCAUTIONS S’IMPOSENT  ( INRS)

Les nanotechnologies commencent à bouleverser de nombreux secteurs industriels. La révolution technologique déjà amorcée nécessite de s’interroger sur les dangers des nanomatériaux Quels risques font-ils peser sur la santé de ceux qui les manipulent ? Quelles mesures de prévention mettre en place pour protéger les travailleurs ?

Prévenir les risques liés aux nanomatériaux il dossier segue sul sito di INRS

http://www.inrs.fr/accueil/risques/chimiques/focus-agents/nanomateriaux.html

———————————

17/02/12 – INDELEGABILITÀ DEI COMPITI DEL MEDICO COMPETENTE (VISITE MEDICHE INCLUSE)

A Milano si sta diffondendo un fenomeno che non è solo una malpracticte ma rappresenta una vera e propria violazione della normativa.
E’ frequente che strutture sanitarie, poliambulatori, centri medici, società che gestiscono la medicina del lavoro, anche di primo piano e anche di primissimo livello affidino l’incarico di medico competente ad uno specialista in medicina del lavoro e poi facciano effettuare le visite mediche preventive, periodiche ad altri medici, specialisti e non. L’idoneità viene poi rilasciata dal medico competente che ha l’incarico per quell’azienda, sulla base di una visita e di una cartella sanitaria e di rischio effettuata da altri.

>>> segue su

http://www.medicocompetente.blogspot.com/2012/02/indelegabilita-dei-compiti-del-medico.html

———————————

POLITICHE SOCIALI

17/02/12 – I VERI PROBLEMI CHE MONTI NON AFFRONTA DI PIERRE CARNITI

L’ammirazione che circonda il premier Mario Monti appare esagerata. Non fosse altro perché non ha ancora avuto il tempo di affrontare i veri problemi italiani. Tantomeno di risolverli. Eppure è elogiato dai leader occidentali, dalla stampa internazionale, dall’establishment nazionale, che lo considerano il salvatore dell’Italia e persino dell’eurozona.
Evidentemente la sua formazione economica, la sua padronanza dell’inglese, i suoi modi sobri e diretti suscitano considerazione e rispetto. Tanto maggiore per l’evidente contrasto con il suo predecessore. Troppo incline alla cialtroneria, alle barzellette, alla superficialità, al fascino femminile. Tuttavia, malgrado questi apprezzamenti, non si può non riconoscere che  i pregi ed i difetti dell’Italia rimangono in larga misura quelli di prima e le prospettive economiche sono rimaste le stesse di novembre. Quando cioè il premier ed il “governo tecnico” sono entrati in carica. segue su sindacalmente.org

http://www.sindacalmente.org/content/i-problemi-che-monti-non-affronta-pcarniti-politica-economia

———————————-

16/02/12 – IMPARARE DAGLI ERRORI: INFORTUNIO NELL’UTILIZZO DI LASER

Le dinamiche e le conseguenze di un infortunio con un laser Ne-Yag. I rischi degli apparati laser, la riflessione accidentale, le tipologie di riflessioni e le misure di prevenzione.

>> segue su fonte >> puntosicuro.it

http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-cat-3/imparare-dagli-errori-infortunio-nell-utilizzo-di-laser-art-11632/

———————————–

VIDEO

Incidenti rilevanti del secolo scorso: Texas City Disaster Aftermath Part 1 1947

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3108&Itemid=2

———————————–

Eternit: Pm Guariniello, anche Rubiera in processo omicidio ‘Conforto ai reggiani delusi da prescrizione del reato disastro’

”Nel nostro procedimento per omicidio verranno presi in considerazione i morti tra i lavoratori e i cittadini non solo di Casale Monferrato e Cavagnolo ma anche di Rubiera, e di Bagnoli”. Lo ha detto il sostituto procuratore di Torino, Raffaele Guariniello, anche a ”conforto” degli abitanti di Bagnoli e Rubiera ‘delusi’ perche’ nel loro caso il reato di ”disastro” sia stato considerato prescritto. Stralciato dal primo procedimento, che ha ottenuto una sentenza storica, ora, ha ribadito il pm, ”e’ il momento di porre mano anche all’omicidio”.

fonte ansa.it

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/emiliaromagna/2012/02/16/visualizza_new.html_99584082.html

————————————

Unimore, nasce il laboratorio benessere per il lavoro

Si e’ costituito, nei mesi scorsi, come cooperativa fondata da nove docenti e ricercatrici dell’ateneo emiliano.

Modena, 15 febbraio 2012 – Lo hanno ribattezzato ‘Well_B_Lab’, laboratorio sul benessere destinato a fornire consulenza su forme di organizzazione del lavoro che portino maggiore qualita’ della vita lavorativa e piu’ alti livelli di efficienza e produttivita’.

Il progetto nasce dall’Universita’ degli studi di Modena e Reggio Emilia e si e’ costituito, nei mesi scorsi, come cooperativa fondata da nove docenti e ricercatrici dell’ateneo emiliano.

L’iniziativa, ‘’che ha gia’ superato la fase di sperimentazione attraverso alcune significative esperienze’’, si legge in una nota dell’universita’, verra’ presentata in un seminario venerdi’ Facolta’ di Economia ‘Marco Biagi’ a Modena.

fonte ilrestodelcarlino.it

http://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cultura/2012/02/15/668578-laboratorio-lavoro-universita-modena-reggio-emilia.shtml#js-kit-comments

Commento.

Impresa coraggiosa e meritoria la scelta d’istituire il laboratorio benessere per il lavoro in questa fase di crisi e di  “spoliazione di diritti” di base  che i lavoratori stanno subendo.
Sarebbe per davvero importante che l’azione di questo laboratorio non divenisse una sorta di luogo di pratiche consolatorie e/o manipolatorie rispetto ai problemi reali che le persone vivono in quest’epoca in relazione al lavoro …..
  editor

—————————————

15/02/12 – E’ ONLINE IL DISPOSITIVO DELLA SENTENZA ETERNIT CASALE MONFERRATO

E’ disponibile online il dispositivo della setenza Eternit di Casale Monferrato

IL DISPOSITIVO

http://www.diario-prevenzione.it/docbiblio/dispositivo%20sentenza%20eternit.pdf

—————————————-

MALATTIE PROFESSIONALI: L’ABILITÁ STA NEL DIFENDERSI – LA GUIDA INCA-CGIL

Guida agli indennizzi e ai risarcimenti del sistema assicurativo in Italia

Premessa

Nonostante l’aggiornamento delle tabelle sulle malattie professionali, il fenomeno delle patologie da lavoro deve considerarsi fortemente sottostimato. Ogni anno pervengono all’Inail circa 30 mila denunce, ma il numero potrebbe rivelarsi nettamente superiore se si pervenisse ad un marcato miglioramento della qualità di sorveglianza sanitaria nei luoghi di lavoro.

La sottostima è ancora più evidente per quanto riguarda le lavoratrici, sulle quali le indagini epidemiologiche sono rare.
>>>

segue su

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3101&Itemid=2

—————————————–

13/02/12 – Polizia penitenziaria – Carceri: agenti, l’altra emergenza

Il tasso di suicidi nella polizia penitenziaria è il doppio della media italiana. Gabriele Prati e Sara Boldrin (Università di Bologna) analizzano in una ricerca le ragioni del disagio, commentate da Francesco Quinti della Fp Cgil DI MARCO TOGNA

di Marco Togna

>> segue su

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3099&Itemid=2

—————————————


Sicurezza sul lavoro: Hera riduce il numero di infortuni del 24%

Nel 2011 calati di circa un quarto rispetto all’anno precedente. Scendono anche indici di frequenza e di gravità. Entra nel vivo, intanto, l’iniziativa  “Un anno per la sicurezza  nel Gruppo Hera”: per tutto il  2012 la multiutility svilupperà 15 progetti dedicati alla sicurezza e alla salute dei lavoratori.

Nel 2011 Hera Spa ha ridotto di circa il 24% il numero di infortuni sul lavoro rispetto all’anno precedente. Un risultato incoraggiante per la multiutility, confermato nello stesso trend in discesa anche per l’indice di frequenza (quanto spesso si verifica un infortunio) e quello di gravità (quanto gravi sono gli incidenti). Il risultato ottenuto è il frutto del consolidamento di precisi standard di qualità e sicurezza, grazie ai quali la Capogruppo è riuscita, a giugno del 2011, a raggiungere in un’unica verifica la certificazione integrata. Si tratta della conferma di tre importanti riconoscimenti: la ISO 9001 (sistema di gestione qualità), la ISO 14001 (sistema di gestione ambientale) e la OHSAS18001, sulla salute e sicurezza sul lavoro.  >>> segue su  GRUPPOHERA.IT

http://www.gruppohera.it/gruppo/media/comunicati_stampa/pagina330.html

COMMENTO

Questi risultati  sono senz’altro apprezzabili   . Un solo quesito:  come vanno le cose nelle aziende che lavorano in appalto  per HERA ? Le iniziative di formazione riguardano solo i dipendenti HERA o vengono estese anche ai lavoratori delle aziende che lavorano per HERA ? Sarebbe importante se il sistema e/o le filiere avessero gli stessi standard di qualità per quanto attiene la gestione dei rischi e gli interventi di formazione .

——————————————

11/02/12 – BELGIO. DONNE E MALATTIE PROFESSIONALI

Un sistema obsoleto e sessista. Questo é il giudizio senza appello dell’Istituto sindacale europeo sui criteri seguiti in Belgio per il riconoscimento delle malattie professionali. Eredi di un mondo del lavoro che non esiste più, fatto solo di industrie e manodopera maschile. Infatti le patologie indicate nella lista ufficiale dell’ente previdenziale del paese riguardano quasi esclusivamente settori come quello delle costruzioni e del manifatturiero. Mentre restano esclusi disturbi come ad esempio quelli muscolo-scheletrici di cui soffrono cassieri ed infermieri, impieghi per lo più femminili. Insomma il j’accuse del sindacato é chiaro: i tempi cambiano e le tipologie di infortuni prese in considerazione sono sempre le stesse. Il risultato è stato quello di avere creato una bolla di invisibilità a danno della salute delle donne. Il Governo di re Alberto II è stato così invitato a  mettere mano quanto prima a una riforma radicale di un meccanismo desueto.  ( fonte west-info.eu )

Femmes et maladies professionnelles.
Le cas de la Belgique

Laurent Vogel,
Directeur du département Conditions de travail, Santé et Sécurité de l’ETUI

Rapport 122
Le présent rapport a été rédigé dans le cadre d’une convention entre le Conseil de l’égalité des chances entre hommes et femmes (Belgique) et l’Institut syndical européen.
Organe consultatif fédéral visant à réaliser l’égalité de fait entre les hommes et les femmes et à éliminer les discriminations de genre directes et indirectes.
www.conseildelegalite.be
© European Trade Union Institute, aisbl, 2011
ISBN 978-2-87452-240-6

IL RAPPORTO ( .PDF – 80 PAGINE)

http://www.diario-prevenzione.it/docbiblio/women_health12.pdf

_____________

il sito della
settimana
_____________


LA RIVISTA INCHIESTA E’ ONLINE

http://www.inchiestaonline.it/

______________________________

DOSSIER

DOSSIER SU SGSSL E MOG – ATTI DI CONVEGNI
E DOCUMENTI

DOCUMENTI, RELAZIONI E INTERVISTE RELATIVE ALLE
GIORNATE DI STUDIO E DI AGGIORNAMENTO
IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA
PROMOSSE DALLA  CGIL EMILIA ROMAGNA

il Dossier

http://www.diario-prevenzione.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2963&Itemid=2

____________________________

FORUM APERTI

– Spazio RLS – RLST . PROBLEMI E SOLUZIONI

– Domande e risposte su problemi della gestione salute e sicurezza lavoro

– Stress Lavoro correlato, criticità delle valutazioni ..

– e molti altri

http://www.lab-lps.org/forum

_______________________

TWITTER

Molte notizie su salute e sicurezza circolano anche su Twitter. Diario prevenzione ha un account twitter che “preleva” contenuti da 230 account specializzati in Occupational health and safety.

Visita

http://twitter.com/#!/dprevenzione

_______________

LA NEWSLETTER

Se questa newsletter ti piace e la ritieni utile , puoi segnalare  a un/a tuo/a amico/a o collega l’indirizzo del form per la registrazione.

La newsletter è gratuita.

http://www.diario-prevenzione.it/subscribe/iscrizione.php

____________________

13.09 21/02/2012

&&&

Arrivederci alla prossima settimana

Gino Rubini, editor di www.diario-prevenzione.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...